La tragedia di Superga – 4 maggio 1949 – VIDEO

Il 4 maggio 1949 si consuma uno dei drammi sportivi più gravi della storia con la tragedia di Superga, che vede scomparire il Grande Torino

Il 4 maggio 1949 si consumava la più terribile tragedia della storia del calcio italiano, uno dei drammi più gravi di sempre. Alle 17:03 di quel triste e lontano giorno di ormai 70 anni fa, l’aereo proveniente da Lisbona che riportava in Italia il Toro reduce da un’amichevole in terra lusitana, si schiantava contro il muraglione del terrapieno posteriore della Basilica di Superga che sorge sulla collina torinese.

Finiva così l’epopea del Grande Torino, squadra di autentici campioni entrata di diritto nella leggenda per quanto realizzato negli Anni ’40, con la conquista di 5 Scudetti consecutivi. Tanti i record conquistati, come quello del maggior numero di partite casalinghe senza sconfitte al Filadelfia, 88 in tutto. Ma anche quello relativo al numero di marcature stagionali, 125 nella stagione 1947-48 e il maggior numero di reti realizzate in una partita, grazie al 10-0 sull’Alessandria messo a segno quello stesso anno.

Una squadra che in quegli anni costituiva la quasi totalità della Nazionale italiana, forte di giocatori come Valerio Bacigalupo e il capitano Valentino Mazzola. Nell’incidente, fra calciatori, accompagnatori, dirigenti, giornalisti ed equipaggio, morirono 31 persone. Oltre a Mazzola e Bacigalupo, questi i nomi degli altri giocatori: Bongiorni, Castigliano, Fadini, Gabetto, i fratelli Ballarin, Grava, Grezar, Loik, Maroso, Martelli, Menti, Operto, Ossola, Rigamonti e Schubert.

Per la fama della squadra, la tragedia di Superga ebbe una grande risonanza sulla stampa non solo italiana, ma anche internazionale. Il giorno delle esequie, quasi un milione di persone scese in piazza a Torino per regalare l’ultimo saluto a quegli eroi passati alla storia come gli invincibili, scrivendo una delle pagine più commoventi del calcio nostrano.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.