Guaraldi: «Diamanti esonerò Pioli e mandò giù il Bologna»

405
bigon
© foto www.imagephotoagency.it

Albano Guaraldi, ex presidente del Bologna, si sente attaccato da Alessandro Diamanti e risponde per le rime tirando fuori una vecchia storia con Stefano Pioli…

Alessandro Diamanti è andato via da Bologna per colpa di Albano Guaraldi? Secondo l’ex presidente del Bologna questo è quello che vuol far credere l’attuale attaccante del Palermo, ma non corrisponde a verità. Nella ricostruzione dell’ex rossoblu infatti Diamanti viene dipinto come un bugiardo, tanto che il dirigente vuole ristabilire la verità: Diamanti andò via per un contratto milionario dopo mesi di siparietti e pressioni anche da parte della moglie.

QUASI ALLE MANI – «Io e Diamanti venimmo quasi alle mani quando seppe che avevo rifiutato un’offerta. In quella stagione Alino demotivò la squadra, attaccò Stefano Pioli e fu decisivo per la retrocessione» commenta infatti Guaraldi. Questi però si prende la sua dose di colpe, ammette di esser stato inesperto e che avrebbe dovuto avere un po’ di pugno duro con il pratese.

PAROLE DURE – L’ex presidente dice di esser stato cattivo ma in altre circostanze e racconta un retroscena inedito e particolare sulla punta del Palermo: «Fece di tutto per demotivare la squadra. Chiese l’esonero di Pioli, lo ottenne per mia ingenuità e mancanza di forza. Poi quando è stato ceduto ha fatto il giro da tutti a dire che lo avevamo mandato via». Un uomo furbo, ammette Guaraldi a Il Corriere dello Sport, prima di chiudere dicendo che quando capitano situazioni del genere, simili al caso Diawara, i dirigenti possono far poco o niente.

Gianmarco Lotti
Giornalista sportivo toscano vivente, amante del calcio come cultura. Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.
Condividi
Articolo precedente
dybala-esulta-juventus-maggio-2016-ifaJuventus: aria di rinnovo per Dybala e Bonucci
Prossimo articolo
ambrosini paolo maldini fassoneMilan, rivoluzione di gennaio: c’è Pradè