Cagliari, questione stadio: gli ultimi aggiornamenti

141
© foto www.imagephotoagency.it

La questione stadio tiene banco anche in casa del Cagliari, tra Sant’Elia e nuovo impianto sportivo

La questione stadio è caratterizzata da una corsa contro il tempo in terra sarda. Come si evince dalle colonne de L’Unione Sarda infatti, il Consiglio comunale ha dato l’ok per la creazione di una zona commerciale nell’area del Sant’Elia. Lo stadio provvisorio sarebbe, dunque, realizzato nella zona dei Distinti. La società pensa di avviare i lavori nel mese di marzo per ultimarli, o quasi, in tempo per l’iscrizione al prossimo torneo 2017/2018. Parallelamente prosegue l’iter per la costruzione del nuovo impianto sportivo: siamo al via del bando europeo.
HOME SWEET HOME – Stefano Signorelli, consigliere di amministrazione del Cagliari, spiega a che punto è la situazione: «Stiamo già lavorando al progetto dello stadio provvisorio nel parcheggio, i tecnici sono impegnati su quello, un lavoro praticamente ultimato». L’impianto sportivo prevede 16.000 posti, mentre quello che sorgerà dalle ceneri del Sant’Elia tra i 21 e i 23 mila. Entro la fine dell’anno solare il Consiglio comunale sarà chiamato ad approvare un progetto – guida per dare omogeneità agli interventi che verranno effettuati nelle aree che interessano gli impianti. Ci siamo quasi, il Cagliari conta di avere uno stadio nuovo e funzionale nell’anno in cui festeggia il centenario dalla sua nascita.

Condividi