Palermo, De Zerbi: «Non penso all’esonero, ma a fare bene»

36
de zerbi palermo
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto De Zerbi è uno dei tecnici più chiacchierati della Serie A, visto l’incombente pericolo esonero

De Zerbi si sente ancora l’allenatore del Palermo, d’altronde lo è nonostante i rumors legati all’idea di Zamparini di cambiare, per l’ennesima volta, allenatore. Ecco come si è espresso nel corso della classica press conference pre – gara: «Fa piacere sapere che il Presidente creda in me, io però sono concentrato su quello che devo fare sul campo. Non mi concentro sull’ipotesi esonero ma su quanto posso fare io. Mi impegno h24 e penso ai calciatori che ho a disposizione. Milan? Sarà emozionante perchè entrai a Milanello da 15enne. Proverò le stesse sensazioni che provai contro il Napoli».
CASA AMARA – Giocare in casa per questo Palermo è diventato complicato, bisogna sfatare il tabù delle mancate vittorie tra le mura amiche: «Mi pesa non aver fatto punti qui. Ci sono stati degli infortuni e sono obbligato a cambiare, nonostante non sia mia abitudine. Domani mancheranno sia Rispoli che Gonzalez, Cionek giocherà sulla fascia mentre Bruno Henrique non ha ancora il passo giusto. Sono conscio delle sue qualità, non m’importa quanto sia costato il suo cartellino. Lo Faso? Con i giovani serve pazienza, però non ho paura di schierarli in campo. Milan? Stimo Montella perchè, nonostante non abbia le individualità di Roma e Juve, gioca di più».

Condividi