Udinese – Napoli (1 a 2): pagelle e tabellino

1377
sarri napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Serie A 2016/2017, 13^ giornata: Udinese – Napoli. Risultato, formazioni ufficiali, pagelle e tabellino, info streaming e probabili formazioni

Udinese – Napoli 1-2: tabellino

MARCATORI: Insigne (N) 47’, Insigne (N) 57’, Perica (U) 58’

AMMONITI: Felipe (U)

ESPULSI:

ARBITRO: Luca Banti (Livorno)

Udinese – Napoli: pagelle e sintesi

UDINESE (4-3-3) – Karnezis 6; Widmer 4, Danilo 5.5, Wague 6, Felipe 5; Fofana 6, Kums 5.5 (al 75’ Jankto s.v.), Badu 6; Matos 6 (al 53’ Perica 6.5), Zapata 6.5, Thereau 5 (all’82’ De Paul s.v.). In panchina: Scuffet, Samir, Angella, Heurtaux, Adnan, Hallfredsson, Balic, Kone, Penaranda. Allenatore: Luigi Delneri

NAPOLI (4-3-3) – Reina 6; Hysaj 6.5, Chiriches 6, Koulibaly 7.5, Ghoulam 5.5; Allan 7, Diawara 7, Hamsik 5.5 (al 72’ Zielinski 6); Callejon 6.5, Mertens 6 (all’88’ El Kaddouri s.v.), Insigne 7.5 (al 78’ Giaccherini s.v.). In panchina: Sepe, Albiol, Tonelli, Maksimovic, Strinic, Maggio, Jorginho, Rog. Allenatore: Maurizio Sarri

UDINESE – IL MIGLIORE

Perica 6.5: Entra in campo ed alla prima palla buona tiene in vita una partita che dopo quel terrificante uno-due firmato Insigne poteva essere definita praticamente chiusa, quantomeno sul piano del morale. Non solo dà la scossa ma lo fa repentinamente, oltre a garantire un peso maggiore al pacchetto offensivo, proprio come gli aveva chiesto il suo allenatore al momento dell’avvicendamento con l’intraprendente ma leggero Matos.

UDINESE – IL PEGGIORE

Widmer 4: Insigne diventa il suo peggiore incubo: perde la marcatura in occasione della rete del vantaggio permettendogli di raccogliere agevolmente il perfetto assist di Callejon, è graziato dallo stesso in diverse occasioni prima di concedergli gentilmente il regalo del momentaneo 0-2, frutto di un disimpegno horror. Serata da dimenticare al più presto.

NAPOLI – IL MIGLIORE

Koulibaly 7.5: Prestazione spaventosa. Mangia letteralmente il pallone dai piedi degli avversari, un muro invalicabile per gli ottimi attaccanti dell’Udinese, in gran forma nell’ultimo periodo e tutti dotati di importante prestanza fisica. Lui non si spaventa ed anzi si supera, lo trovi ovunque ed oggi eccelle anche nella lettura delle situazioni di gioco, firmando più volte anticipi provvidenziali.

NAPOLI – IL PEGGIORE

Ghoulam 5.5: Nel complesso non disputa una partita negativa ma commette il solito errore di disattenzione – Juventus docet – che potrebbe compromettere l’intero esito della contesa: sbaglia i disimpegno nel primo tempo e rischia di fare la frittata, sul risultato di 0-0, per sua fortuna non ne approfitta l’ex Zapata. Se non mette a posto questo aspetto difficilmente si completerà in relazione ai suoi enormi mezzi fisici e tecnici.

UdineseNapoli 1-2, si sblocca Lorenzo Insigne, clamorosamente ancora a secco dall’inizio dell’attuale campionato ad oggi. Del subentrato Stipe Perica la rete che ha riacceso le speranze del popolo friulano: vittoria di inestimabile rilevanza per gli uomini di Sarri.

PRIMO TEMPO – Buona partenza di un Napoli reattivo ma la prima chance se la procura l’Udinese al 5’ minuto: cross di Matos per Badu che stacca bene e gira di testa, palla a lato della porta difesa da Reina. I partenopei gestiscono i tempi di gioco ma i friulani sono rapidi in ripartenza, al 13’ cross di Fofana per Zapata che non imprime forza al suo colpo di testa. Napoli bene fino agli ultimi metri, lì dove fatica a trovare le necessarie coordinate: occasione ancora per i padroni di casa al 18’ con l’ex Zapata che dribbla mezza difesa partenopea, salva Reina in uscita. Al 27’ sbaglia in disimpegno Ghoulam, Zapata è egoista nel cercare la conclusione e non Thereau tutto libero in posizione di sparo. Prima conclusione partenopea al 34’: Hamsik lascia sfilare per Mertens che prepara il tiro alla perfezione ma chiude troppo l’angolo di tiro e vanifica un’ottima chance. Succede poco altro, all’intervallo si va sul risultato di 0-0.

SECONDO TEMPO – Pronti via ed è subito vantaggio del Napoli: azione strepitosa degli uomini di Sarri che si chiude sull’asse Callejon – Insigne, assist perfetto dello spagnolo e l’attaccante partenopeo deposita sotto la traversa ed interrompe un lungo e malinconico digiuno. Esultanza liberatoria che rischia di ripetersi dopo pochi secondi: Insigne si gira in un fazzoletto di terreno e calcia con soluzione estemporanea, Karnezis tocca ed il pallone centra la traversa. Clamoroso errore di Insigne all’11: batti e ribatti nell’area friulana con la palla che termina sui suoi piedi, indisturbato manda inspiegabilmente alto. Arriva al 12’ minuto però il raddoppio del Napoli ed è ancora firmato da uno scatenato Insigne: sbaglia Widmer in disimpegno, ne approfitta l’attaccante partenopeo che arma il sinistro e fa centro. Partita ora impazzita: passano pochi secondi e l’Udinese la riapre da corner, Perica approfitta della dormita complessiva del Napoli ed insacca alle spalle di un incolpevole Reina. Gran botta di Diawara al 15’: palla che esce per questione di centimetri. Ritmi ora ovviamente frenetici, con l’Udinese che si spinge in avanti alla ricerca del pari ma rischia di lasciare spazi mortiferi ai velocisti partenopei. Al 33’ Napoli vicino al tris: Allan sradica il pallone dai piedi di Badu e serve Mertens a campo aperto, gran diagonale e respinta in corner di Karnezis, che poi salva sul corner diretto di Ghoulam. Chance finali per El Kaddouri e Molla Wague, il Napoli resiste senza troppa sofferenza: 1-2 al Friuli.

KOULIBALY ED INSIGNE: TRE PUNTI CHIAVE – Napoli ovviamente superiore in termini di sviluppo del gioco ma sofferente oramai del suo nuovo problema: l’assenza di un centravanti che renda più fluido lo svolgimento negli ultimissimi metri, dove i partenopei risultano confusi rispetto agli altri comparti di campo. Udinese coraggiosa in ripartenza, stoppata in più occasioni da un super Koulibaly. Accade tutto in una ripresa impazzita: Insigne si sblocca con una doppietta e divora altre occasioni, il Napoli come al solito si complica la vita subendo gol subito dopo aver realizzato il raddoppio, ma gestisce senza troppi patemi portando a casa una vittoria di inestimabile peso.

Udinese – Napoli: formazioni ufficiali

Non recupera Albiol: Sarri sceglie Chiriches e non Maksimovic al suo posto. Novità anche in casa Udinese: in campo Matos e non De Paul.

UDINESE (4-3-3) – Karnezis; Widmer, Danilo, Wague, Felipe; Fofana, Kums, Badu; Matos, Zapata, Thereau. In panchina: Scuffet, Samir, Angella, Heurtaux, Adnan, Hallfredsson, Balic, Jankto, Kone, Penaranda, De Paul, Perica. Allenatore: Delneri

NAPOLI (4-3-3) – Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. In panchina: Sepe, Albiol, Tonelli, Maksimovic, Strinic, Maggio, Giaccherini, Jorginho, Rog, Zielinski, El Kaddouri. Allenatore: Maurizio Sarri

Udinese – Napoli: probabili formazioni e pre-partita

Qui tutte le informazioni complete.

NAPOLI, KOULIBALY: “Nella sosta abbiamo lavorato su quello che mancava, stiamo bene: giochiamo alla grande, stanno mancando i risultati, mancano punti ma a livello di gioco ci siamo e vogliamo continuare così. Non siamo così lontani dai primi posti, ora servono le vittorie”.

UDINESE, FELIPE: “Contro il Napoli è sempre una partita complessa ma abbiamo sfruttato la sosta per prepararci al meglio, ultimamente giochiamo con l’atteggiamento giusto e l’allenatore ci ha convinto della nostra forza, possiamo giocarcela con tutti. Il Napoli è forte, è stato solo un po’ sfortunato, per me personalmente sarebbe più appropriato marcare una prima punta di ruolo rispetto ad attaccanti molto mobili”

Delneri sceglie ancora il 4-3-3 ed affianca l’argentino De Paul ai prolifici Thereau e Zapata, ex della giornata e da tanti indicato come attuale rimpianto di un Napoli improvvisamente ritrovatosi senza centravanti di ruolo. Sarri recupera Albiol, assenza che ha pesato non poco nell’economia partenopea, Allan vince il ballottaggio con Zielinski in mediana, Callejon recupera e comporrà il tridente leggero con i soliti Mertens ed Insigne.

UDINESE (4-3-3) – Karnezis; Widmer, Danilo, Wague, Felipe; Fofana, Kums, Badu; De Paul, Zapata, Thereau. In panchina: Scuffet, Samir, Angella, Heurtaux, Adnan, Hallfredsson, Balic, Jankto, Kone, Penaranda, Matos, Perica. Allenatore: Delneri
NAPOLI (4-3-3) – Reina; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. In panchina: Sepe, Chiriches, Tonelli, Maksimovic, Strinic, Maggio, Giaccherini, Jorginho, Rog, Zielinski, El Kaddouri. Allenatore: Sarri

Udinese – Napoli Streaming: dove vederla in tv

INFO STREAMING E TV – La partita sarà trasmessa a partire dalle ore 18.00 sulle frequenze satellitari di Sky Sport ed in digitale terrestre per Mediaset Premium. In streaming invece per piattaforme pc, tablet e smartphone su app Sky Go e Premium Play. Il Friuli è un campo stregato per il Napoli: i partenopei infatti non vincono qui dal 2007, successo targato Lavezzi con il roboante 0-5 che tutti ricordano, nel complesso i campani hanno portato via tre punti dal Friuli in sole cinque occasioni.

Condividi