Zamparini: «De Zerbi mister giusto per il Palermo»

34
zamparini palermo sallai
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Palermo Maurizio Zamparini parla di Roberto De Zerbi e del suo Palermo: «Nestorosvki è forte, Diamanti deve ritrovare la condizione»

Maurizio Zamparini elogia Roberto De Zerbi, forse finalmente ha trovato il tecnico giusto per il suo Palermo. Il presidente dice di apprezzare la filosofia del tecnico, che ha riportato un ambiente sereno in rosanero, poi ha dato un’impronta alla squadra e l’avvio è buono. Il Palermo tenta di giocare a calcio e va in crescendo nella ripresa, i problemi in difesa rimangono ma il vertice palermitano è contento, specialmente di Nestorovski: «Mi ha fatto felice perché tutti pensavano che avrebbe fatto 1-2 gol in tutto l’anno e invece sa segnare, è generoso e migliorerà. Macheda? De Zerbi crede nei giocatori che ha, dispiace solo che qualcuno abbia ceduto La Gumina…».

LA PROMESSA DI ZAMPARINIDiamanti invece è capitano e secondo Zamparini ha fatto il suo pur senza essere al cento per cento fisicamente, servirà solamente pazienza. Adesso di fronte si trova Gasperini con cui non si è lasciato bene e a Bergamo servirà una vittoria per un passo avanti. La difesa rosanero finisce poi nel mirino del presidente, secondo cui Posavec è incolpevole mentre Gonzalez e Rajkovic devono trovare automatismi. «De Zerbi sa cambiare disposizione tattica, quando i meccanismi saranno a posto allora il Palermo segnerà molti gol» continua Zamparini a Il Corriere dello Sport prima di concludere con un po’ di carica verso i suoi: «I giocatori del Palermo sono convinti di essere sulla strada giusta. Quando una squadra fa quello che l’allenatore predica e lo segue, ci crede ciecamente».

Gianmarco Lotti
Giornalista sportivo toscano vivente, amante del calcio come cultura. Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.
Condividi
Articolo precedente
yongdaMilan nella borsa cinese con Yongda?
Prossimo articolo
tronchetti proveraMilito: «Icardi animale d’area. Inter, tienilo stretto»