Allegri elogia i suoi: «Hanno fatto divertire lo Stadium. A Barcellona per fare gol»

Allegri elogia i suoi: «Hanno fatto divertire lo Stadium. A Barcellona per fare gol»
© foto Calcionews24

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha tratteggiato i contorni dei 90 minuti dello Juventus Stadium

Mister Allegri può sorridere: la sua Juve ha superato l’esame di maturità contro il Barcellona. Queste le sue considerazioni a Premium Sport: «Non è che c’è da smorzare facili entusiasmi, ma da essere coscienti di aver fatto una grande partita. Abbiamo fatto bene sia in fase difensiva che offensiva, ci sarà da fare altrettanto a Barcellona e segnare. Lì dovremo giocare per fare gol. Non mi piace fare dei grandi sogni, sono pragmatico e realista: questa è una squadra nuova che aveva bisogno di conoscersi. Stiamo facendo un percorso di crescita, sono contento perchè i ragazzi stanno facendo bene da quando il presidente è alla guida. La Juventus è rispettata in Europa e ne sono orgoglioso. I ragazzi sono stati bravi difensivamente e offensivamente, nel primo tempo ci siamo fatti ingolosire dal passaggio in verticale immediato senza attendere un passaggio in più. Dovremo lavorare e migliorare su questo in vista della partita di ritorno. Ci sono dei meriti della Juventus: hanno partecipato tutti alla fase difensiva, chiudendo le linee di passaggio. Anche in fase offensiva siamo stati lucidi, ma potevamo far meglio e in certi momenti potevamo avere più palleggio invece che giocare in verticale. Saluto con Messi? Vederlo giocare è sempre un piacere, così come guardare i miei ragazzi che hanno fatto divertire lo Juventus Stadium. Dobbiamo vincere a Pescara per portare avanti la corsa Scudetto e poi pensare al ritorno a Barcellona. In Abruzzo saranno importanti quelli che non sono stati impiegati stasera. Dybala? Ha le qualità e stasera le ha messe ancor di più in evidenza: ha fatto una partita straordinaria, così come tutti i suoi compagni. C’è molta aspettativa nei confronti di questa squadra: la suggestione era più psicologica che tecnica, credo che si possa ancora migliorare questo impianto di gioco».