Ancelotti ct della Nazionale: contatti nella notte con Tavecchio

Ancelotti ct della Nazionale: contatti nella notte con Tavecchio
© foto www.imagephotoagency.it

Sì a Carlo Ancelotti come ct dell’Italia, ma la panchina della Nazionale dipende molto dalla FIGC e da Carlo Tavecchio: nei prossimi giorni ci saranno incontri decisivi in tal senso – 16 novembre, ore 14.15

E’ Carlo Ancelotti il candidato principale a prendere il posto di Gian Piero Ventura sulla panchina della Nazionale. L’ex allenatore di Milan, PSG, Chelsea e Bayern Monaco, tra le altre, ha avuto un contatto telefonico nella notte italiana con Carlo Tavecchio, presidente della FIGC. Il numero uno della Federazione non ha alcuna intenzione di dimettersi dopo la figuraccia dell’Italia che non parteciperà ai Mondiali per la terza volta nella storia (nel 1930 la Nazionale scelse di non prendere parte alla kermesse iridata). Carletto vuole libertà nei progetti sportivi, piena autonomia ma vuole anche delle certezze a livello dirigenziale e progettuale.

Ancelotti ct della Nazionale: dipende dalla fiducia a Tavecchio – 16 novembre, ore 10

Carlo Ancelotti è il nome forte per la panchina dell’Italia. L’ex di Milan e Juventus è colui che dovrebbe sostituire Gian Piero Ventura dopo il flop della Nazionale contro la Svezia, non ci dovrebbero essere problemi economici. C’è un però: serve chiarezza in FIGC. L’emiliano non vuole legarsi a una federazione debole e che sia in conflitto perenne con il CONI, per non parlare della politica che ormai ha messo Carlo Tavecchio nel mirino.

Lunedì il Consiglio si pronuncerà su Tavecchio, nello stesso giorno in cui sono stati convocati gli Stati generali dello sport al CONI. Un voto di fiducia all’attuale presidente della FIGC – scrive La Gazzetta dello Sport – sarebbe funzionale anche nell’ottica del nuovo commissario tecnico. Così facendo, Tavecchio inaugurerebbe il nuovo corso della federazione e potrebbe mettere le mani su Ancelotti una volta per tutte.