Attacco Napoli: tra conferme, bocciature e novità

Attacco Napoli: tra conferme, bocciature e novità
© foto www.imagephotoagency.it

Le strategie offensive del Napoli: dalle conferme, ai rientri, passando per le allettanti novità che propone il calciomercato estero

Il reparto offensivo del Napoli abbonda nel numero degli interpreti, nella prossima stagione saranno ben sette i gioielli dell’argenteria che dovranno coesistere. Callejon, Giaccherini, Insigne, Mertens, Milik, Pavoletti e Zapata: il tecnico Sarri ha in mano un arsenale d’attacco stratosferico che, come riportato dal Corriere dello Sport, da oltre tre stagioni va oltre la soglia dei cento goal realizzati e ci potrebbe riuscire anche stavolta. La piacevole sorpresa della stagione in corso, in grado di modificare ogni piano societario, è l’esplosione definitiva di Dries Mertens. Fino ad un anno fa era considerato soltanto nel ruolo di ala, mentre adesso ha scoperto anche doti da goleador nella posizione di centravanti (o meglio “falso nueve”). I partenopei hanno dimostrato di non aver bisogno di un ariete, nonostante i 33 milioni di euro spesi per Arkadiusz Milik e i 15 per Leonardo Pavoletti. Dall’Udinese poi rientrerà dal prestito Duvan Zapata, ma il suo alloggio potrebbe essere di breve durata, giusto il tempo di essere inserito come contropartita in qualche trattativa.

LE NOVITA’ DI MERCATO – Eppure, nonostante tutta questa abbondanza, la società azzurra si è recata in Olanda per osservare i miglioramenti dell’albanese Milot Rashica (20enne del Vitesse) ed è rimasta sopresa dai miglioramenti Bertrand Traorè (classe ’95 in forza all’Ajax ma di proprietà del Chelsea). Fra i sogni del presidente Aurelio De Laurentiis è rimasto Denis Suarez (23enne del Barcellona) seguito già ai tempi del Villareal, per il quale però si dovrebbe instaurare una trattativa complicata. Ma si sa: nel calciomercato nulla è impossibile!