Udinese-Svizzera, pace fatta per Behrami: il comunicato

© foto www.imagephotoagency.it

Si chiude la querelle tra l’Udinese e la Federcalcio Elvetica in merito alla convocazione del calciatore Valon Behrami: la nota ufficiale dei friulani

Pace fatta tra l’Udinese e la Svizzera per quanto concerne il caso Behrami. La Federcalcio elvetica ha compreso i rischi formati legato al non rispetto delle norme vigenti sul tema della convocazione dei calciatori in Nazionale relativamente al proprio stato di salute. Ieri la Svizzera, pareggiando 0-0 contro l’Irlanda del Nord, ha staccato il pass per il Mondiale 2018 in Russia: «Udinese Calcio prende atto della scelta della Federazione Svizzera di non aver fatto scendere in campo, nelle due partite giocate contro l’Irlanda del Nord, il giocatore Valon Behrami. 

Prosegue il comunicato della società friulana: «Udinese Calcio si ritiene soddisfatta della scelta della Federazione Svizzera, la quale ha evidentemente compreso i rischi formali legati al non rispetto delle normative vigenti sul tema della convocazione di giocatori, sia per quanto attiene il tema della violazione delle tempistiche di convocazione, sia relativamente al loro stato di salute. Udinese Calcio sottolinea come la propria azione, volta a tutelare i propri interessi e la salute e forma fisica del proprio giocatore Valon Behrami, sia andata a buon fine e, per quanto la fattispecie non si sia concretizzata, chiederà alla FIFA – alla quale aveva rivolto formali richieste di intervento – di pronunciarsi sul caso, affinché si crei un concreto precedente e altre squadre non abbiano a trovarsi in simile situazione in futuro».