Blaszczykowski: «Fiorentina? Non è andata come mi aspettavo»

Blaszczykowski
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex Blaszczykowski torna a parlare della sua esperienza a Firenze: «Era tutto nuovo intorno a me, non è andata come mi aspettavo». E su Mario Gomez…

Dopo essere stato uno dei giocatori più significativi degli ultimi tempi tra le fila del Borussia Dortmund, club in cui ha militato per ben otto anni, Jakub Blaszczykowski si è ritrovato improvvisamente catapultato in Serie A durante la scorsa estate: «Era tutto nuovo intorno a me. Ora so cos’è il business del calcio. Per avere successo, bisogna essere pronti a cambiare e abbandonare gli affetti familiari. Ciò che mi sorprese del passaggio alla Fiorentina fu la velocità: sembrava andare tutto bene al Borussia – racconta il centrocampista, ora al Wolfsburg – poi in un attimo mi ritrovai a Firenze, ma è stato importante concentrarsi su di me e sulla mia nuova avventura, senza chiedersi: “E se…?”».

PERIODI DIFFICILI – L’ex nazionale polacco descrive poi i periodi bui della sua carriera e si dice insoddisfatto dell’avventura in viola: «Il momento peggiore della mia carriera risale al 2014, quando mi sono rotto i legamenti. La disperazione di essere con la squadra con il desiderio di lavorare con i compagni senza poterlo fare, è difficile da descrivere. E’ stato frustrante. A Firenze ho comunque perso solo poche settimane, anche se la seconda metà di stagione non è andata come avevo immaginato».

FLOP GOMEZ – Inevitabile un’ultima battuta sul suo attuale compagno di squadra Mario Gomez, che non sta trovando la via del gol: «Non ha ancora segnato in Bundesliga? Non voglio commentare le prestazioni di altri. So che Mario è un ottimo calciatore. Come me – spiega ai taccuini di Spox – in estate si è aggregato un po’ più tardi alla squadra. E’ abbastanza normale che ci voglia un po’ di tempo all’inizio».