Bologna-Juventus, Inzaghi: «La Juve è grande ma noi non ci arrendiamo»

Bologna-Juventus, Inzaghi: «La Juve è grande ma noi non ci arrendiamo»
© foto www.imagephotoagency.it

Bologna-Juventus, Inzaghi:«Juve? è una grande sfida ma noi non ci arrendiamo. In campo si sarà chi sta meglio, niente gerarchie con me»

Il tecnico del Bologna, Inzaghi, in conferenza stampa, ha parlato della sfida di Coppa Italia contro la Juventus prevista per domani. L’allenatore rossoblu esordisce parlando dei due nuovi acquisti Soriano e Sansone, entrambi convocati per il match di domani:«Ringrazio la società per avermi messo a disposizione due giocatori di grande spessore come Sansone e Soriano. sono entrambi nel pieno della forma e sono pronti a dare il meglio in campo. Soriano sarà titolare, è la mezzala di cui avevo bisogno e si adatta perfettamente al nostro modulo. Sansone non ha giocato molte partite nell’ultimo periodo , non so ancora se lo impiegherò dal primo minuto o se invece lo inserirò a gara in corso».

La sfida contro la Juventus si preannuncia sicuramente molto dura d’affrontare ma il tecnico spiega di sentirsi sicuro del lavoro fatto con la squadra:«Non ci arrendiamo in partenza, in una partita secca può succedere di tutto. Ci siamo guadagnati la grande possibilità di giocare contro la Juventus, una delle migliori squadre d’Europa» e poi aggiunge:«Dzemaili, Nehuen Paz, Nagy e Santander non giocheranno. Destro potrebbe scendere in campo vista l’assenza di Santander, ma anche gli altri hanno possibilità di giocare. Sabato contro i bianconeri andrà in campo la formazione migliore. Gioca chi sta meglio, le gerarchie non esistono con me. Ci siamo presi tutti quanti le nostre responsabilità, siamo consapevoli che per uscire da questa situazione dobbiamo dare tutti qualcosa in più». Inzaghi conclude parlando di mercato, ecco le sue parole: «Se arriveranno dei rinforzi in squadra, saranno solo giocatori capaci di migliorare la rosa. il profilo di Spinazzola ci piace molto. La società sta facendo di tutto per accontentarmi in questo e sono molto contento».