Buffon non si pone limiti: «Positivo per il ritorno, noi meglio del 2015»

Buffon non si pone limiti: «Positivo per il ritorno, noi meglio del 2015»
© foto www.imagephotoagency.it

Gianluigi Buffon, capitano e anima della Juventus, è stato protagonista anche nella sfida vittoriosa contro il Barcellona

Il 3-0 della Juventus ai danni del Barcellona è anche merito suo, Gigi Buffon. Il portiere bianconero ha tratteggiato i contorni della sfida in un’intervista concessa a Premium Sport: «Io Santo? No, sono lì per parare. Gioco in una grande squadra e devo dimostrare di valere ancora a questi livelli. Parata su Andres Iniesta? Importante e difficile, si tratta di millesimi di secondo. Però se ambisco ad essere considerato un portiere di livello devo fare queste cose. Previsioni per il ritorno? Sguardo positivo sulla sfida del Camp Nou: oggi non abbiamo giocato casualmente, dimostrando di esserci e mettendo in campo le nostre qualità, senza timore reverenziale. Dovremo essere cauti, però, perchè sappiamo di cosa è capace il Barcellona al ritorno. Paragone con la finale del 2015? Ora siamo più consapevoli, diamo del tu al pallone. Mentre prima eravamo a disagio di fronte a certe squadre e certi teatri. Obiettivamente, poi, i catalani hanno qualcosa in meno in termini di voglia e rabbia. Per me, però, resta la squadra più forte di tutte. Dybala? E’ cresciuto in maniera esponenziale, le cose bisogna dimostrarle in sfide del genere: è tra i top 5 al mondo. Vicenda Dortmund? Temporeggiamo prima di dare un giudizio, va capita prima la causa di questo ordigno».