Cagliari, emergenza in avanti: è il momento di Despodov

Cagliari, emergenza in avanti: è il momento di Despodov
© foto Elena Accardi per CagliariNews24

Cagliari, contro la Sampdoria è emergenza attaccanti. Mister Maran fa la conta degli assenti fra infortuni e squalifiche: in pole Despodov

La margherita sfogliata da Rolando Maran in queste ore ha pochi, pochissimi petali. Il tecnico del Cagliari deve fare i conti con numeri molto risicati per quel che riguarda il reparto avanzato, dove l’unica certezza al momento è Leonardo Pavoletti. Il killer d’alta quota, letale nel gioco aereo come nessun altro attaccante in Europa, con la doppietta di una settimana fa ha ritrovato insieme alla squadra lo smalto perduto per tanto tempo. I tre punti raccolti contro il Parma hanno dato ai rossoblù una spintarella per uscire dal lungo periodo di crisi, ma per respirare davvero serve continuità di risultati. Per questo motivo diventa importante schierare domenica a Marassi una squadra che poggi su certezze in ogni reparto. Lì davanti però l’allenatore dei sardi dovrà fare di necessità virtù.

Contro la Sampdoria l’emergenza offensiva è evidente: la squalifica di Joao Pedro toglie al Cagliari la seconda punta titolare, mentre gli infortuni decimano le possibilità di trovare soluzioni alternative. Out Alberto Cerri, fresco di riscatto dalla Juventus, così come Cyril Thereau e perfino quel Valter Birsa che avrebbe permesso un eventuale rimpasto in avanti. Dopo le partenze di Sau (che domenica sarà proprio al Ferraris ma sulla sponda opposta) e Farias, l’unico effettivo al momento è Kiril Despodov. Il bulgaro di belle speranze ha alle spalle due soli spezzoni di gara in Serie A, ma il suo utilizzo dal primo minuto è lo scenario più probabile. Ben più complicato pensare ad un cambio di modulo che porti alla punta singola. Maran si arrovella, Despodov scalda i motori.