Calciomercato Lazio: segnali d’addio per Keita. Djordjevic al Genoa

Calciomercato Lazio: segnali d’addio per Keita. Djordjevic al Genoa
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Lazio: nuovo piccolo caso Keita. Durante la cena di Natale l’attaccante senegalese se ne è andato proprio pochi minuti prima che il presidente Lotito prendesse la parola, tutto lascia pensare che il rinnovo del giocatore sia lontano, molto più vicino l’addio invece. Via anche Djordjevic: per lui c’è il Genoa

Calciomercato Lazio: per Keita rinnovo lontano. Djordjevic… – 15 dicembre

Il mezzo caso di Keita continua ad infiammare le cronache biancocelesti delle ultime ore: l’addio repentino alla cena di Natale biancoceleste, prima che Claudio Lotito iniziasse a parlare, è stato ufficialmente giustificato dalla società con non meglio precisati motivi. Resta il fatto che però al momento i segnali provenienti dall’attaccante senegalese non sono confortanti per la società: il giocatore non ha ancora firmato il rinnovo a circa 1,5 milioni di euro (bonus compresi) offertogli dal club e l’impressione è che non si tratti di un problema di denaro. Come riporta stamane Il Messaggero, l’impressione è che il nuovo procuratore del giocatore, Roberto Calenda, spinga in qualche modo Keita lontano, verso nuove destinazioni: per la Lazio una lotta contro il tempo, considerato che il senegalese partirà a gennaio per la Coppa d’Africa. Proprio a gennaio per lui offerte non ne mancherebbero: la Lazio chiede ancora 25 milioni di euro almeno, bisognerà vedere però chi metterà sul piatto una cifra del genere. Con l’addio di Keita, che ormai si prefigura, cambierà volto il reparto avanzato biancoceleste: verso l’addio anche Filip Djordjevic, offerto al Genoa come sostituto di Leonardo Pavoletti (verso il Napoli). I rapporti tra il club laziale e i rossoblu sono ottimi, quindi secondo Il Tempo tutto lascia pensare che l’affare possa andare in porto. Riguardo all’arrivo di una punta i nomi sono sempre gli stessi per la Lazio (Sebastien Haller dell’Utrecht o Alberto Paloschi dell’Atalanta), ma non è escluso che il direttore sportivo Igli Tare possa sorprendere con un colpo a sorprese durante la sessione di mercato invernale…

Calciomercato Lazio: Paloschi aspetta la chiamata – ore 12.30

 E’ caccia ad un vice-Immobile in casa Lazio. Djordjevic e Luis Alberto daranno con ogni probabilità l’addio, il primo è destinato al ritorno in Spagna mentre il serbo piace in Francia ed al Pescara, e la dirigenza è al lavoro per consegnare a Inzaghi un nuovo attaccante: secondo il Corriere dello Sport, Alberto Paloschi sogna una chiamata dalla Lazio. Il centravanti scuola Milan non sta trovando spazio nell’Atalanta e le piste Chievo Verona e Bologna al momento non lo convincono.

Calciomercato Lazio: caso Keita?

Un mezzo caso di mercato in vista di gennaio, ma in casa Lazio evidentemente ci sono abituati: Keita Baldé ieri, come il resto dei compagni, ha presto parte alla consueta cena di Natale della squadra, ma ad un certo punto se ne è andato. Il momento clou dell’evento, verso le 23, è conciso con il taglio della torta: in quell’occasione ha presto la parola il presidente Claudio Lotito, che ha fatto alla squadra un lungo ed intenso discorso riguardante i piani attuali e quelli futuri. Tutto molto bello, ma appunto, Keita in quel momento non era già più in sala: come mai? Un possibile gesto polemiche, scrive oggi il Corriere dello Sport: dopo gli attriti estivi (l’attaccante senegalese aveva addirittura disertato l’inizio del ritiro biancoceleste) la frattura sembrava essersi ricomposta a suon di prestazioni, ma resta il fatto che Keita finora non ha ancora firmato il rinnovo di contratto con la Lazio ed a gennaio partirà per un mese almeno per la Coppa d’Africa. Secondo le indiscrezioni, prima di andare via, Keita avrebbe chiesto il parere ai compagni più anziani Federico Marchetti e Marco Parolo, che erano al tavolo con lui. Da capire se il permesso andava chiesto solo a loro o a qualche dirigente…

Calciomercato Lazio: il discorso di Lotito

In ogni caso, al di là dell’assenza rumorosa di Keita, il discorso di Lotito c’è stato comunque ed è stato per certi versi commovente. Il presidente biancoceleste ha sottolineato come gli ottimi risultati della squadra finora siano dipesi da un approccio diverso alle partite: «Insieme faremo grandi cose, siamo stati bravi anche a riportare la gente dello stadio – in sintesi le parole di Lotito – . La gente vede in questa Lazio qualcosa di diverso rispetto al passato. La nostra società ha vinto battaglie eroiche in passato, a quelle dobbiamo ispirarci. Oggi si torna a parlare anche di quello che ci è stato tolto (riferimento alla disputa circa lo Scudetto del 1915 che dovrebbe essere assegnato ai biancocelesti in ex aequo col Genoa, ndr. Lotito ha poi mostrato ai giocatori dei filmati storici del passato. Hanno preso la parola anche Angelo Peruzzi, team manager della squadra, oltre a Stefano De Martino, capo ufficio stampa.