La Repubblica: Ronaldo convinto, contro di lui un complotto del Real Madrid

La Repubblica: Ronaldo convinto, contro di lui un complotto del Real Madrid
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus: secondo le ultime in edicola Cristiano Ronaldo si sarebbe convinto del fatto che dietro ai recenti guai in campo privato e professionale si celerebbe un mandante ben preciso

Prima il processo fiscale che lo ha visto protagonista in Spagna, poi il caso dei premi mancati da parte di UEFA e FIFA a favore di Luka Modric per la passata stagione, quindi l’ingiusta espulsione subita contro il Valencia in Champions League ed ora le accuse di stupro per un fatto risalente al 2009 che rischiano di far crollare la sua immagine ed il suo impero economico. Da quando è approdato alla Juventus, per Cristiano Ronaldo non c’è davvero pace e, al momento, sembrerebbe non andargliene bene nemmeno una. Una casualità? Non secondo il portoghese – almeno stando a quanto scritto stamane da La Repubblica – per cui tutto ciò che è accaduto e sta accadendo nelle ultime settimane avrebbe dei precisi mandanti: il Real Madrid e Florentino Perez.

CR7, riporta il giornale, si sarebbe convinto che a muovere una sorta di complotto nei suoi confronti sarebbe stata proprio la “Casa Blanca”. I primi dissapori sarebbero nati a dicembre dello scorso anno, quando nei confronti dell’attaccante vennero mosse le prime accuse di evasione del Fisco spagnolo: Cristiano avrebbe chiesto appoggio proprio al Real, sicuro che a sbagliare in quel caso fosse stata la società, ricevendo però in cambio picche. Da lì la decisione di abbandonare a fine stagione le Merengues per approdare altrove. Una decisione che però Perez si sarebbe legato al dito, muovendo una sorta di boicottaggio mirato nei confronti del portoghese al solo scopo di deconcentrarlo e minarne la credibilità ed il rendimento.