La voce: Cristiano Ronaldo vs. UEFA, il portoghese boicotta la Nations League

La voce: Cristiano Ronaldo vs. UEFA, il portoghese boicotta la Nations League
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus: Ronaldo rinuncia ancora alla convocazione del Portogallo per la Nations League. Secondo le voci l’asso bianconero vorrebbe mandare un messaggio alla UEFA…

Che i rapporti tra Cristiano Ronaldo e la UEFA ultimamente non siano proprio sereni non è di certo una novità: già da qualche mese il portoghese, ultimamente al centro delle cronache (non solo sportive) come mai, avrebbe manifestato in maniera più o meno evidente il proprio disappunto nei confronti del massimo organo calcistico europeo (e non solo). Tutto parte dalla mancata assegnazione del premio come miglior giocatore della Champions League della scorsa stagione, dirottato invece sull’ex compagno di squadra al Real Madrid Luka Modric, che appena un mese fa portò l’attuale attaccante della Juventus a disertare la cerimonia di celebrazione di Montecarlo.

Da lì un susseguirsi di eventi, come quello legato all’ingiusta espulsione subita contro il Valencia alla prima di Champions di quest’anno che ha fatto andare su tutte le furie CR7, oppure quelli – evidentemente non dipendenti però dalla UEFA – relativi alle accuse di stupro nei suoi confronti che altro non hanno fatto che alzare la tensione. Situazioni che avrebbero portato già dal mese scorso Ronaldo alla drastica decisione: rinunciare alla convocazione del Portogallo per la Nations League. È successo nuovamente anche a questa tornata di convocazioni e – secondo quanto filtra dagli ambienti vicini all’asso bianconero – non sarebbe propriamente un caso: Cristiano vuole mandare un messaggio chiaro di protesta nei confronti della UEFA, che organizza la Nations League. Se però davvero così fosse, perché allora non boicottare anche la Champions?