Empoli, conferenza Iachini: «Caputo ci sarà, per noi è fondamentale»

Empoli, conferenza Iachini: «Caputo ci sarà, per noi è fondamentale»
© foto www.imagephotoagency.it

Iachini detta la strategia per battere il Parma: «Non vogliamo commettere gli stessi errori fatti contro il Milan, spero nei gol dei centrocampisti»

Giuseppe Iachini è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match tra Empoli e Parma: «Dopo 50 minuti giusti a Milano abbiamo subito due gol nei primi due veri tiri in porta e a quel punto il nostro piano tattico è cambiato. In ogni partita ci sono diverse situazioni, dobbiamo limitare le sbavature. Continuiamo a lavorare per migliorare le nostre prestazioni. Il Parma è una squadra molto molto pericolosa, fuori casa hanno vinto tante partite e questo ci fa capire che non sarà facile. In attacco hanno giocatori come Gervinho, Inglese e Biabiany, calciatori di grande qualità».

SULLA GARA COL PARMA – «Per noi sono tutte partite dove dobbiamo fare punti. Quando abbiamo fatto partite importanti abbiamo fatto risultato, adesso attraverso le prestazioni dobbiamo cercare di portare a casa punti importanti. Rispettiamo il Parma ma saremo noi a dover far vedere di poter vincere. Siamo andati in gol non solo con gli attaccanti ma anche con i centrocampisti, non ci manca la pericolosità offensiva, ma dobbiamo cercare di mettere in campo attenzione ai dettagli e ai particolari».

SUL PARMA – «Hanno dimostrato, soprattutto fuori casa, di saper attaccare la profondità e di sfruttare gli spazi che gli vengono concessi. Dovremo essere bravi a saper leggere le situazioni e a bloccare le loro migliori caratteristiche. Servirà testa, queste partite si decidono anche negli episodi. Affronteremo giocatori forti, oltre agli attaccanti ci sono anche Bruno Alves, Kucka e Rigoni ma dobbiamo guardare in casa nostra».

SULLA SCONFITTA COL MILAN – «Nel secondo tempo a San Siro ci siamo allungati e questo ha fatto venire fuori la qualità tecnica del Milan. Non dobbiamo ripetere questi errori, altrimenti il rischio è che gli avversari ti possano far male».

SULLA SALVEZZA – «Stiamo lavorando per sfruttare il fattore campo, i nostri tifosi ci danno una mano e dobbiamo costruire qui le nostre chance. Stiamo lavorando anche per iniziare a fare punti anche in trasferta, ci siamo andati vicino a Cagliari e Ferrara ma non è andata bene. Adesso però dobbiamo pensare a una partita alla volta e a prescindere dalla forza degli avversari dobbiamo cercare di vincere».

SU TRAORE’ FUORI NELLE ULTIME PARTITE – «Non è nel dimenticatoio, ha 18 anni e poteva giocare anche in Primavera. Invece è in prima squadra ed è normale che possa avere un periodo di calo. Il ragazzo ha tirato la carretta per tempo, adesso posso sfruttare qualche giocatore più fresco. L’alternanza dei ruoli diventa fondamentale. Tutti sono titolari e da tutti ci aspettiamo l’interpretazione giusta».

SU CAPUTO – «Gioca sempre, stiamo lavorando affinché possa ritrovare il suo percorso naturale. Fisicamente sta bene ma è da un anno e mezzo che va a cento all’ora ed è normale che di testa possa calare un po’. Stiamo facendo lavoro specifico su di lui, è fondamentale per la nostra squadra».