EURO 2024 - L’Italia è la nazione con più panchine: cinque rappresentative vantano un allenatore italiano
Connettiti con noi

Azzurri

IL MEGLIO DEL 2023 – EURO 2024 – L’Italia è la nazione con più panchine: cinque rappresentative vantano un allenatore italiano

Pubblicato

su

Marco Rossi

Oltre all’Italia con Spalletti, anche Ungheria, Belgio, Turchia e Slovacchia possiedono un allenatore proveniente dal nostro Paese

Luciano Spalletti ce l’ha fatta: grazie al pareggio con l’Ucraina, l’Italia potrà ufficialmente difendere il proprio titolo in Germania. L’ex allenatore del Napoli è arrivato a Coverciano la prima volta lo scorso 18 agosto per sostituire il dimissionario Roberto Mancini, volato in Arabia Saudita. Non è l’unico italiano, però, ad allenare una nazionale al prossimo europeo. Altri quattro CT provenienti dal nostro Paese, infatti, siederanno su una panchina ad Euro 2024. Vediamoli nel dettaglio:

MARCO ROSSI (UNGHERIA) – Partiamo dall’allenatore che sicuramente ha fatto più parlare di se negli ultimi anni, ovvero Marco Rossi. Rossi è il Commissario Tecnico dell’Ungheria dal 2018. Con lui, il movimento calcistico magiaro ha vissuto una crescita esponenziale. Il CT torinese si è fatto notare grazie all’Europeo del 2020, posticipato al 2021 causa Covid-19. L’Ungheria venne sorteggiata nel Girone F, in gruppo con Francia, Germania e Portogallo (all’epoca campione in carica). I ragazzi di Rossi chiuderanno il torneo all’ultimo posto con 2 punti conquistati, ma mettendo parecchi bastoni tra le ruote alle rivali. Da lì una crescita continua, sfiorando le Finals Four dell’ultima Nations League, perse proprio contro l’Italia, fino ad arrivare alla qualificazione al prossimo europeo con 1 turno d’anticipo. Nazionale sicuramente da tenere d’occhio.

DOMENICO TEDESCO (BELGIO) – Dopo la chiusura del ciclo Martinez, culminato con il terzo posto al mondiale di Russia 2018, il Belgio ha deciso di puntare su un profilo giovane ma con esperienza. La scelta ricadde su Domenico Tedesco. Ex Schalke 04, al primo anno sulla panchina della squadra di Gelsenkirchen si posizionò al secondo posto in classifica, dietro solo al Bayern Monaco. Dopo una breve esperienza allo Spartak Mosca, passò al Lipsia, dove vinse una Coppa di Germania nel 2022. Dopo il clamoroso flop in Qatar, il Belgio ha rivoluzionato completamente l’organico. Rivoluzione che sta dando risultati ottimi, dati i 20 punti conquistati nel girone di qualificazione ad Euro 2024 con 6 vittorie e 2 pareggi.

VINCENZO MONTELLA (TURCHIA) – L’ultimo arrivato della lista, ma sicuramente il più conosciuto. Vincenzo Montella è l’allenatore della nazionale turca da 2 mesi, esattamente dal 21 settembre 2023, ma il suo impatto si è subito fatto sentire. Arrivato per sostituire l’esonerato Stefan Kuntz, si è presentato con una vittoria al debutto per 1-0 contro la ben più quotata Croazia. Successivamente vinse lo scontro contro la Lettonia per 4-0, qualificandosi così all’Europeo con due giornate d’anticipo. Da sottolineare, anche, la meritata vittoria per 3-2 ai danni della Germania, paese ospitante del torneo, ottenuta con un super gol dello juventino Kenan Yildiz, vera star della squadra.

FRANCESCO CALZONA (SLOVACCHIA) – Molto probabilmente il più anonimo dei CT italiani. Nato a Vibo Valentia il 24 ottobre 1968, nel corso della sua lunga carriera ha sempre lavorato come vice di alcuni dei migliori allenatori del panorama calcistico italiano. A partitre dal 2007 è stato il Vice di Maurizio Sarri, accompagnandolo nelle sue esperienze con Avellino, Verona, Perugia, Empoli e Napoli. Successivamente, nel 2020, è stato il secondo di Eusebio Di Francesco sulla panchina del Cagliari, per poi concludere la sua carriera da vice di nuovo al Napoli, ma questa volta proprio con Spalletti alla guida. Dal 30 agosto 2022 allena la nazionale slovacca. Nel suo gioco risaltano molte delle idee di Spalletti, considerato da Calzona come un mentore da cui trarre ispirazione.