Milan, il grande gelo: è rottura tra Fassone e Mirabelli

fassone mirabelli milan
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan di Elliott lavora per cambiare management. Fassone via ma lui si sarebbe auto-rinnovato il contratto: le ultimissime – 14 luglio

E’ scontro tra Fassone e Mirabelli, confermate le anticipazioni delle scorse ore. Il silenzio di questi giorni è preoccupante e oramai, anche secondo Sky Sport, Marco Fassone e il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli vivono praticamente da separati in casa. Al momento c’è una diversità di vedute su tanti argomenti, una diversità di vedute che sta provocando anche lo stallo sul mercato. I due probabilmente andranno via dopo la fine del mercato e saranno rimpiazzati da altre figure: Gandini e Carnevali sono in pole per il nome di ad, Giuntoli per il ruolo di ds ma attenzione a Leonardo che potrebbe ricoprire un ruolo importante in società.

Fassone, rottura con Mirabelli? Elliott vuole rimuoverlo, lui si sarebbe auto-rinnovato il contratto – 13 luglio

C’è un caso Marco Fassone nel Milan? La notizia, se confermata, avrebbe del clamoroso. Il condizionale naturalmente è d’obbligo in questa vicina ma secondo Il Corriere dello Sport oggi in edicola, l’amministratore delegato rossonero sarebbe stato messo alla porta dal Fondo Elliott che vorrebbe cambiare il management con Leonardo in prima fila nel ruolo di direttore generale e con Paolo Maldini che potrebbe entrare in società con un altro ruolo. I rossoneri valutano anche i nomi di Gandini e Carnevali come ad e questo porterebbe al naturale allontanamento di Fassone.

L’attuale amministratore delegato rossonero dovrebbe rimanere ma non a lungo perché dovrebbe rimanere alla guida del Milan solo fino al termine del calciomercato. Ci sarebbe però un nodo da sciogliere: secondo il Cor Sport, l’amministratore delegato si sarebbe auto-prolungato il contratto per altre 5 stagioni. Non ci sarebbe stato lo stesso trattamento per Mirabelli e per questo tra i due ci sarebbe stato un attrito. Situazione in evoluzione e tutta da verificare. Il nuovo Milan è pronto a prendere forma. Il CdA, il 21, nominerà Scaroni nuovi presidente. Da lì in poi cambierà il Milan.