Fiorentina, Commisso: «Tutto su Iachini e Prandelli. Sarri? Mai incontrato»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il patron della Fiorentina, Rocco Commisso, ha parlato del cambio in panchina e della suggestione Maurizio Sarri. Le sue parole

Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, ha parlato ai microfoni di Lady Radio. Le sue parole riportate dal LabaroViola.it.

IACHINI «Il contratto di Iachini non scadeva alla fine della scorsa stagione. Io non ho mai incontrato nessun allenatore ma ciò che non significa che Pradè e Joe Barone non hanno incontrato nessuno perché è il loro lavoro farlo. Il caso che mi ha fatto arrabbiare è quello di De Rossi, perché io non ne sapevo nulla. La conferma di Iachini è stata decisa da me in accordo con i miei dirigenti. Il padrone della Fiorentina sono io, sono io che ci metto i soldi. La conferma di Iachini era un segno di riconoscenza. Iachini ha avuto una media punti all’altezza della storia della Fiorentina degli ultimi 20 anni».

JURIC«Juric aveva fatto gli stessi punti di Iachini, chi mi assicurava che prendendo Juric non dovevo mandare via Juric dopo 2 mesi? Nessuno mi garantiva che cambiando Iachini si sarebbe andato meglio».

PRANDELLI – «La decisione su Prandelli è stata presa quando io ero in America, ancora mi devo sentire con lui e fare un discorso più lungo di 10 minuti. Siamo tutti uniti per portare avanti la Fiorentina».

SARRI «Io non l’ho mai incontrato ma non è detto che i nostri dirigenti non si sono incontrati con Sarri. È il loro lavoro. C’è tanta gente cha sa solo criticare».