Fiorentina, l’evoluzione di Muriel: da giocoliere a cecchino implacabile

Fiorentina, l’evoluzione di Muriel: da giocoliere a cecchino implacabile
© foto www.imagephotoagency.it

La Fiorentina scopre un bomber in Muriel: che trasformazione del giocatore, una volta più concentrato sui dribbling

La Fiorentina strappa soltanto un pareggio in casa contro la Lazio ma si gode il suo nuovo bomber: Luis Muriel. L’attaccante, sbarcato in viola a gennaio, ha avuto un impatto devastante sulla squadra: 6 gol in 8 partite. Semplicemente mostruoso. Il dato è ancora più sorprendente se si pensa al fatto che il colombiano sia sempre stato accusato di essere poco concreto. In effetti, sin dai tempi di Lecce, il numero 29 sembrava molto più concentrato sui dribbling e le giocate spettacolari. Stefano Pioli ha creduto fortemente nel giocatore, richiamandolo in Italia con la formula del prestito con diritto di riscatto dal Siviglia. Complimenti all’allenatore, dunque, che ora può contare su un vero e proprio cecchino, sicuramente meno spettacolare ma molto più utile alla squadra, capace di capitalizzare le poche occasioni concesse dalle retroguardie avversarie.