Fiorentina, conferenza Pioli: «Dispiace per Di Francesco ma il calcio è così»

Fiorentina, conferenza Pioli: «Dispiace per Di Francesco ma il calcio è così»
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore dei viola soddisfatto per la stagione: «Stiamo facendo qualcosa di buonissimo, anche se stiamo lasciando qualcosa per strada»

Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match tra Fiorentina e Lazio.

 SULL’ESONERO DI DI FRANCESCO – «Siamo tutti legati ai risultati, il calcio è così ovunque».

SULLA FIORENTINA – «Parlando della Fiorentina, credo che troppe volte ci dimentichiamo che siamo la squadra più giovane d’Europa. Stiamo facendo qualcosa di buonissimo, anche se stiamo lasciando qualcosa per strada. Ciò che conta è la crescita dei giocatori e della squadra, in un ambiente positivo come questo. Il nostro obiettivo è vincere tutte le partite».

SULL’ATTACCO DELLA LAZIO – «Ci servirà grande attenzione in fase difensiva e compattezza a livello di squadra. È il gioco corale che deve fare la differenza, dovremo stare molto concentrati per non far loro attaccare la profondità».

SU MURIEL – «Si è inserito subito con grande positività e serenità. È un giocatore di qualità, determinato e con grande maturità».

SUGLI INFORTUNATI – «Dabo ha saltato due giorni di allenamento per influenza, mentre Lafont è reduce dalla distorsione alla caviglia di Bergamo e non ha ancora recuperato. Ha avuto qualche problema pure Edimilson, per tutti e tre vedremo domattina».

SU PJACA – «Stiamo tutti vicinissimi a Marko, un ragazzo che sta molto bene dentro al gruppo e si è sempre messo a disposizione. È davvero sfortunato e anche oggi ho visti i ragazzi un po’ scossi. Pjaca però è forte e sono sicuro che riuscirà a tornare alla grande anche stavolta».

SULLA LAZIO – «Da domani iniziano due mesi decisivi per noi, sia per il campionato che per la Coppa Italia. Ogni partita sarà molto importante e pesante in classifica. L’obiettivo è migliorare quanto abbiamo fatto nel girone di andata. Stiamo rincorrendo, dobbiamo spingere e sperare che le squadre davanti a noi perdano qualche punto. Con la Lazio sarà molto importante. Arriva un avversario in grande condizione fisica e mentale, ha tutto per fare bene, ci vorrà la miglior Fiorentina possibile per cercare di vincere».