Florenzi ritrova il Barcellona: «Ripetere l’eurogol? No, il risultato»

florenzi roma
© foto www.imagephotoagency.it

Il Barcellona evoca ricordi dolci ad Alessandro Florenzi, memore del gol segnato da centrocampo

Era il settembre 2015, sono passati ben 3 anni, dalla notte di Roma-Barcellona, prima gara del gruppo E di Champions League. Florenzi porta palla lungo la linea laterale poi, appena dopo, la metà campo, si coordina e segna un gol da antologia del calcio. Pazzesco, incredibile, irripetibile. Mercoledì, ma stavolta fuori casa, il calciatore romanista incrocerà di nuovo i colori blaugrana. Una sfida complicata, in cui la Roma parte da sfavorita, ma Florenzi chiede di più ai compagni per ripetere quanto fatto quella sera all’Olimpico:

«L’augurio con il Barcellona è ripetere quel risultato. Conta la squadra. Le prestazioni degli altri non le giudico, non giudico nemmeno le mie. Schick deve stare tranquillo e lavorare, l’unica cosa che posso dire a tutta la Roma, me compreso, è che nelle prossime partite dovremo dare tutti qualcosa in più, uno scatto, una parola, qualsiasi cosa. Quando sbagliamo un passaggio dobbiamo subito pensare ai compagni. Io ho fiducia in tutti i compagni e in Patrik. Arriveremo carichi alla sfida di mercoledì: la gara, mentalmente, si prepara da sola e servirà la Roma migliore» le parole di Florenzi prima a Roma Tv e poi in mixed zone nella lunga marcia di avvicinamento alla Champions League.