Laxalt: «Niente giocate, voglio concretezza»

© foto www.imagephotoagency.it

L’uruguaiano: «Penso solo al Genoa»

Diego Laxalt è riuscito finalmente a imporsi in Serie A e lo ha fatto con la maglia del Genoa. Resistenza e velocità sono le sue doti migliori e Laxalt racconta di averle sempre avute fin da piccolo, solo che adesso è grazie a Gian Piero Gasperini e il suo staff che l’uruguaiano è riuscito a tirarle fuori e farle fruttare. «Spesso a fine allenamento mi fermo per un lavoro supplementare, appuntamento immancabile col preparatore Pilati» afferma infatti Laxalt, che quest’anno ha trovato più spazio visto che la considerazione nei suoi confronti è cambiata, sebbene lui abbia sempre lavorato duro.

IL MIO GENOA – «Credo nei numeri come i cross o gli assist o i gol, non nelle giocate per lo spettacolo. Voglio essere concreto e migliorare sempre, ad esempio in zona gol» continua Laxalt ai microfoni de La Gazzetta dello Sport prima di parlare di Leo Messi e del Cebolla Rodriguez come suoi idoli, oltre al padre Gustavo che gli ha trasmesso la passione per i motori. Laxalt è di proprietà dell’Inter e sul futuro afferma: «Non ci penso, vivo il presente e penso al Genoa dove miglioro giorno dopo giorno. Nel mio futuro c’è solo la partita con l’Empoli, dobbiamo risalire la classifica e andar via dalle zone pericolose».