Infortunio Goldaniga: torna di nuovo disponibile

goldaniga
© foto www.imagephotoagency.it

Infortunio Goldaniga: gli aggiornamenti. Il difensore del Palermo ko nel match interno contro l’Atalanta, a cui va a sommarsi la ricaduta con la Juventus. Le ultimissime news, rientro e tempi di recupero

Infortunio Goldaniga: ricaduta e ritorno – 1 marzo, ore 9.24

Dopo una leggera ricaduta nella partita persa contro la Juventus, Goldaniga sembra tornato del tutto a disposizione del Palermo. Il giocatore si è ripreso e potrebbe scendere in campo dopo la contusione al torace e la squalifica. Il Palermo va a Torino contro i granata e Goldaniga dovrebbe giocare dal primo minuto, almeno questo è quanto trapela dalle possibili scelte di Diego Lopez.

Infortunio Goldaniga: disponibile per Juventus – Palermo, 14 febbraio ore 19.20

Buone notizie per Diego Lopez in vista di Juventus – Palermo. Edoardo Goldaniga, infortunatosi durante la sfida di domenica contro l’Atalanta persa 1-3, oggi si è allenato regolarmente con il resto del gruppo e sarà a disposizione per l’ostica trasferta di Torino contro la formazione di Massimiliano Allegri.

Infortunio Goldaniga: le ultime

Infortunio Goldaniga: le ultimissime notizie. Diego Lopez, allenatore del Palermo, è andato incontro alla prima sconfitta sulla panchina rosanero. La gara con l’Atalanta ha condannato i siciliani al primo ko dell’era Lopez ma ha portato in dote anche l’infortunio di Edoardo Goldaniga. Il difensore ha riportato un risentimento al polpaccio destro dopo la sfida del Renzo Barbera. Questo il comunicato del club: «I rosanero che non hanno giocato contro l’Atalanta hanno svolto, dopo gli esercizi di attivazione e riscaldamento tecnico, delle esercitazioni tecnico-fisiche concludendo la seduta con una partitella. Lavoro di scarico, invece, per chi ha giocato ieri.  In seguito ad un risentimento muscolare rimediato ieri durante la gara contro l’Atalanta al polpaccio destro, Edoardo Goldaniga si è sottoposto a trattamento fisioterapico programmato. Fisioterapia per Andrea Fulignati, Simone Lo Faso, Slobodan Rajkovic e Stefan Silva».