Inghilterra, Fabregas boccia Foden: « Sa giocare sotto pressione?»
Connettiti con noi

Europei

Inghilterra, Fabregas boccia Foden: « Gli piace giocare sotto pressione? » Richards: «Una delusione non sfruttare il suo talento»

Pubblicato

su

Foden

Inghilterra, le parole di Cesc Fabregas e Micah Richards dopo la vittoria non convincente sulla Serbia e la prova negativa di Foden

La vittoria dell’Inghilterra di ieri sera, al di là dei tre punti, ha raffreddato gli animi sulla nazionale dei Tre Leoni, vista padrona del campo soltanto per mezzora e molto in affanno nella ripresa. Una visione condivisa anche dai Pundits, opinionisti, della BBC come Cesc Fabregas e Micah Richards, che hanno sottolineato in particolare la brutta prestazione di Phil Foden, tra i giocatori più attesi dell’Europeo. Di seguito le loro parole.

FABREGAS – «É tutta una questione di mentalità. Non possiamo dire che giocatori come Trent, come Foden, come Bellingham, come Rice, non hanno la qualità per tenere la palla in qualsiasi parte del campo.
Si tratta di dire: lo vuoi abbastanza per fare la differenza e tenere la palla per la tua squadra? Vuoi far accadere le cose? Ti piace giocare la palla sotto pressione?
Il momento in cui l’Inghilterra ha giocato il suo miglior calcio è stato quando la Serbia ha permesso loro di avere la palla. Nel secondo tempo, quando iniziano a essere pressati un po’ di più, iniziamo a vedere Foden spazzare la palla a 30 metri senza guardare, così come Trent.
Non vedrai mai Xavi, Iniesta, i migliori giocatori degli ultimi 15, 20 anni, fare una cosa del genere. È necessario assumersi questa responsabilità per crescere. Penso che il secondo tempo sia stato un po’ deludente. Direi che è la parola giusta. E penso che giocatori come Foden debbano farsi avanti. Questo è il momento per loro di affrontare un grande torneo con il loro paese alle spalle»

MICAH RICHARDS – «Mi rattrista che un giocatore della sua qualità entri ed esca dal gioco. È semplicemente deludente che non siamo riusciti a tirar fuori il meglio da lui. In questo momento, Bellingham ha fiutato l’opportunità di essere la stella, ma vista la qualità di Foden, è deludente non riuscire a tirargli fuori il meglio»