Inter, conferenza Spalletti: «Dobbiamo avere la stessa cattiveria della Juventus»

Inter, conferenza Spalletti: «Dobbiamo avere la stessa cattiveria della Juventus»
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore nerazzurro ha parlato in conferenza stampa in vista del ritorno di Europa League a San Siro contro l’Eintracht Francoforte

Luciano Spalletti è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di ritorno di Europa League contro l’Eintracht Francoforte. All’andata, i nerazzurri hanno pareggiato per 0-0 in casa dei tedeschi.

SULLE NUMEROSE ASSENZE – «Lamentarsi mi fa qualificare? Se mi lamento mi qualifico? Un allenatore cerca sempre di ispirare. L’importante è avere 11 giocatori a disposizione. Noi ne abbiamo 11 e siamo pronti per vincere la partita coi giocatori che abbiamo».

SU KEITA E BROZOVIC – «Le condizioni dei giocatori sono buone, Keità sta bene e Brozovic è convocato».

SUL MOMENTO DELL’INTER – «Spero che i miei calciatori abbiamo focalizzato che questo è u momento importantissimo del nostro percorso in questo campionato. Non dobbiamo pensare al derby ma alla partita con l’Eintracht. Bisogna pensare a quelli che ci sono e non a quelli che mancano. Quelli che ci sono hanno più forza. Chi non capisce l’importanza della squadra è un mediocre».

SUL POLITANO O KEITA FALSO 9 – «Non avere un punto di riferimento in attacco è un qualcosa che crea disturbo alla linea difensiva. Tra Ibrahimovic è Messi è preferibile marcare Ibra perché l’imprevedibilità permette di avere fantasia in squadra. Politano è un giocatore atipico? Lui ci ha già dimostrato che può giocare in quel ruolo. Keità? In quel ruolo è a casa sua. Non abbiamo giocatori atipici in squadra, sono tutti capaci di proporre il loro meglio».

SUL MATCH CONTRO L’EINTRACHT – «Faremo una partita da dentro o fuori, bisogna prendere le decisioni corrette. Nella partita d’andata siamo stati bravi a far tesoro delle precedenti esperienze europee. Abbiamo giocatori scaltri capaci di fare bene».

SU PERISIC – «Ivan è importante per noi per le sue caratteristiche. Ha una grande corsa e fisicità sulle palle inattive. Purtroppo nella partita d’andata ha avuto un affaticamento e non ha potuto dare il meglio. Spero che questi giorni di recupero lo abbiano aiutato».

SUI GIOCATORI IN CAMPO – «Borja Valero gioca. Per quanto riguarda i giovani, devi aspettare quello che è il momento giusto per costruire la tua carriera. Ci sarà l’opportunità domani per qualche giovane di mettersi in mostra».

SULLA JUVENTUS – «Dobbiamo fare i complimenti alla Juventus perché ha disputato una grande partita, io vorrei sottolineare il grande lavoro di Allegri. Noi dobbiamo prendere il loro carattere nelle partite che contano, non farci intimorire dall’eccezionalità dell’evento. Dobbiamo dimostrare di avere uomini di valore».