Connettiti con noi

Calciomercato

Mandragora all’Udinese, è fatta: oggi visite mediche e firma

Francesca Flavio

Pubblicato

su

mandragora

Rolando Mandragora è ad un passo dal vestire i colori bianconeri dell’Udinese: oggi le visite mediche – 2 luglio

Ci siamo, è tutto fatto per l’arrivo di Rolando Mandragora all’Udinese. Dal bianconero… al bianconero per l’ex centrocampista del Crotone, rientrato alla base Juventus dopo il prestito in Calabria e adesso pronto per la nuova avventura in Friuli. Mandragora sta per diventare un nuovo calciatore dell’Udinese. Previsto per oggi il suo arrivo a Udine: visite mediche e poi la firma sul nuovo contratto. Confermati anche i dettagli dell’operazione tra Udinese e Juventus. Alla Vecchia Signora andranno 20 milioni di euro per la cessione a titolo definitivo, mentre verrà mantenuto il diritto di ricompra fissato a 24 milioni di euro sul cartellino del calciatore.

Mandragora all’Udinese, è fatta: la Juve, però, si riserva il diritto di ricompra – 27 giugno

Nell’ultima settimana si è fatto un gran parlare del futuro di Mandragora, cercato dal Monaco ma che alla fine andrà all’Udinese. Il centrocampista, classe 1997, dopo un anno trascorso in prestito al Crotone cambierà maglia a titolo definitivo, stando alle ultime indiscrezioni raccolte da Sky Sport. Juventus ed Udinese, infatti, avrebbero già trovato l’accordo e mancherebbe soltanto la definizione dei dettagli per rendere effettivo il trasferimento.

La società friulana sborserà la bellezza di 20 milioni di euro, un’operazione costosa per gli standard a cui ci hanno fin qui abituato i Pozzo. Ma la Juventus si è riservata comunque il diritto di ricompra, fissato a 24 milioni. Un’operazione stile Real Madrid o Barcellona che, nel corso degli anni, spesso e volentieri hanno scelto questa formula per comprendere a pieno il potenziale dei propri giovani tesserati e capire se fosse meglio guadagnare economicamente dalle loro cessioni o riportarli a casa perchè finalmente pronti al grande salto in prima squadra. Per Mandragora, centrocampista tra i più considerati nel panorama nazionale nonchè Capitano dell’Under 20 e numero 10 agli ultimi Mondiali di categoria, sarà un anno importante, che finirà, inesorabilmente, per definire il cammino della sua fin qui giovane carriera.

Advertisement