Messi Inter, operazione da 260 milionI: Zhang ha già sondato il terreno

© foto www.imagephotoagency.it

Messi all’Inter è un’operazione da quasi 260 milioni: nei mesi scorsi Zhang Jindong ha sondato il terreno per capire la fattibilità

La Gazzetta dello Sport rilancia con forza il sogno Messi all’Inter. Il quotidiano mette in parallelo le parole dell’a.d. Beppe Marotta degli ultimi giorni con quelle del gennaio 2018, quando cominciavano a circolare le prime voci di Ronaldo alla Juventus e lui del club bianconero era dirigente. In effetti le smentite sono simili se non uguali ma la situazione tra i due campioni è ben differente.

Perché il legame tra Madrid e Cristiano non era lo stesso di quello che c’è tra Leo e Barcellona, pur tenendo in considerazione lo scarso feeling d’un tempo tra Florentino Perez e il portoghese e le frizioni attuali tra Messi e il presidente Bartomeu. C’è una differenza sostanziale: il pacchetto CR7 prevedeva un costo di cessione di 100 milioni di euro, oltre a 31 milioni netti di ingaggio per quattro anni (58 lordi) per quattro stagioni. Il totale del costo a bilancio, tra ammortamento e stipendio, per la Juventus è di 87 milioni di euro all’anno. Nel caso di Messi, immaginare una separazione anticipata rispetto alla scadenza naturale del 2021 è ipotizzabile solo ed esclusivamente di fronte alla possibilità che Messi chieda e ottenga di esser lasciato libero gratis.

I costi dell’ingaggio sarebbero superiori a quelli di CR7. Ma non troppo, grazie al Decreto Crescita, che permetterebbe all’Inter di «trasformare» i 50 milioni netti che la Pulce guadagna al Barcellona (bonus vari esclusi, per la verità) in un costo per i nerazzurri di 65 milioni lordi a stagione, poco sopra i 58 di CR7 a Torino. L’arrivo del portoghese alla Juve ha portato a un aumento di 58 mln di ricavi da stadio e marketing per i bianconeri, senza contare rinnovi top con i main sponsor come Adidas e Jeep ed è difficile pensare che ciò non possa accadere con Messi.

La Rosea spiega, inoltre, che la famiglia Zhang è alla ricerca di personaggi globali che diano valore al marchio Inter, ancora fuori dalla top ten mondiale (14° posto, secondo Brandfinance). La proprietà tempo fa, comunque prima della scadenza della clausola al 31 maggio che avrebbe permesso a Leo di svincolarsi già quest’anno, si è effettivamente informata sulla fattibilità dell’operazione Messi.