Mihajlovic: «Empoli? Se giochiamo da Toro possiamo vincere. Sul mercato…»

popescu mihajlovic petrachi
© foto www.imagephotoagency.it

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Torino, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match con l’Empoli. Le ultimissime notizie

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Torino, ha presentato il match di Empoli in programma domani pomeriggio alle ore 15. Queste le parole in conferenza stampa del tecnico granata: «Mercato? Non era semplice perché chi ha buoni giocatori non li vende. Restano giocatori da recuperare o scommesse. Noi abbiamo preso due alternative: Iturbe non gioca da due anni, per Carlao invece serve pazienza. Milinkovic-Savic? E’ un rinforzo per il futuro, un buon investimento ma non è un rinforzo per gennaio. Empoli? Hanno perso a Crotone ma in casa giocano meglio. Possono metterci in difficoltà perché hanno giocatori importanti ma se giochiamo da Toro possiamo vincere. Noi dobbiamo ritrovare fiducia e coraggio, dobbiamo tornare a giocare come abbiamo fatto nel girone d’andata. Le prossime due partite sono importanti perché possiamo migliorare la nostra classifica. Il mercato non ha cambiato la nostra dimensione. Possiamo giocarcela con tutti, alla pari, e andremo avanti senza arrenderci. Spazio ai giovani? Bisogna capire a che livello sono, quindi ci sarà spazio. Maxi Lopez? Non ho mai chiuso le porte in faccia a nessuno, in questi mesi gli ho detto che avrei anche cambiato modulo se gli fosse servito. Domani non sarà convocato, lui deve migliorare, deve mettersi in discussione: per giocare con me bisogna rispettare certe regole. Infortunati? Zappacosta non ci sarà, Castan non è al massimo e Rossettini proverà oggi se ce la fa dopo la botta alla caviglia: uno degli ultimi due verrà in panchina. Obi è tornato in gruppo e Molinaro riprenderà ad allenarsi con il pallone tra qualche giorno. Ajeti? Ha subito un infortunio ed è stato penalizzato. Domani potrà giocare e dovrà dimostrare le sue capacità. Deve migliorare, deve prendersi qualche rischio in più con la palla tra i piedi».