Milan Primavera come i “grandi” di Instanbul: da 0-3 a 3-3 in un tempo

Milan Primavera come i “grandi” di Instanbul: da 0-3 a 3-3 in un tempo
© foto www.imagephotoagency.it

Pareggio pirotecnico e pieno di rimpianti per il Milan Primavera che si fa rimontare di 3 gol nel secondo tempo del match

Un pareggio beffa con pochi eguali per il Milan Primavera che oggi aveva l’occasione di uscire finalmente fuori dalle sabbie mobili della zona retrocessione contro il Chievo Verona, sopra in classifica di ben otto punti. L’approccio della squadra di Giunti è da incorniciare: doppio vantaggio nel giro di 8 minuti con Daniel Maldini che al secondo minuto sblocca il risultato su sponda di Tsadjout mentre all’ottavo minuto è Sala a realizzare in tap-in il momentaneo due a zero. La prima frazione si conclude con l’ennesimo strappo rossonero che al 44′ realizza con Tsadjout la rete più bella della giornata con un dribbling da cineteca che trova degna conclusione con un tocco morbido a superare Malaguti.

Nella ripresa il disastro però accade l’incredibile: quasi sulla scia di quanto accaduto 14 anni fa ad Istanbul con il Milan dei grandi, oggi i giovani rossoneri sono tornati in campo con la testa di chi ha già in mano la vittoria mettendosi così alla mercé dei padroni di casa che rientrano sul manto erboso con la convinzione di poter fare l’impresa. E come il Liverpool del 2005 la fanno.

Al minuto 67′ Rabbas apre le marcature per i clivensi che 15 minuti dopo trovano il gol del 2-3 con Ravaglia. Ma è a cinque minuti dal novantesimo che D’Amico realizza e completa la rimonta dei padroni di casa affossando il morale dei ragazzi di Federico Giunti che al minuto 92′ rischiano addirittura la sconfitta vedendo il Chievo sprecare l’occasione del sorpasso ancora con Ravaglia. Il risultato è un pareggio pirotecnico ricco di emozioni e rimpianti per il Milan Primavera che dopo il successo contro il Palermo della scorsa settimana non conferma il proprio momento positivo restando ancorato alla zona retrocessione. Da segnalare l’assenza di Mattia Caldara (presente per 45 minuti nella precedente gara) convocato con la prima squadra per il match di questa sera al Bentegodi.