Montella in conferenza stampa: «Valutiamo il mercato senza fretta, con il Craiova serve il 100%»

© foto www.imagephotoagency.it

Vincenzo Montella, allenatore del Milan, ha parlato in conferenza stampa insieme a Zapata alla vigilia della gara con il Craiova

Domani sarà il giorno della gara di ritorno del terzo turno preliminare di Europa League tra Milan e Craiova, come di consueto è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match l’allenatore rossonero Vincenzo Montella. Queste le sue dichiarazioni partendo dai tanti tifosi: «Sarà una grande emozione, ma allo stesso tempo una grande responsabilità avere così tanti tifosi a San Siro. Loro credono in noi e nella società, dovremo essere bravi ad alimentare questo entusiasmo». Sulla condizione della squadra: «Abbiamo avuto una settimana in più rispetto all’andata e abbiamo smaltito il fuso orario, dunque mi aspetto dei miglioramenti». Sul Craiova: «Non so come giocheranno questa volta. Sono comunque molto organizzati, si difendono bene e davanti sono veloci. Dovremo dare il 100% per passare il turno, domani conta il risultato». Sui singoli: «L’estate che ha vissuto ha fatto crescere Donnarumma. Domani mi aspetto una bella accoglienza anche per lui, ha dimostrato amore verso il Milan. Andrè Silva sta facendo bene, pian piano sta crescendo di condizione ma ha fatto pochi allenamenti con noi. Ieri ha avuto un problemino a un dito vediamo se ci sarà. Calhanoglu e Suso non giocano da diverso tempo, stanno meglio ma devono ancora crescere fisicamente». Sul mercato: «Dopo aver lavorato tanto ci siamo un attimo fermati. Stiamo valutando con la massima attenzione, ma senza fretta. Cutrone è cresciuto tantissimo, a me piace allenarlo, valuteremo con la società se tenerlo con noi».

Zapata in conferenza stampa

Oltre all’allenatore ha parlato in conferenza stampa anche Christian Zapata: «Quest’anno inizia un nuovo percorso, la società ha fatto grandi cose e quindi mi aspetto una grande stagione. Io mi metto a disposizione per aiutare la squadra, così come il resto del gruppo». Sul capitano: «Noi siamo tranquilli è una scelta della società».