Moratti amarcord Inter-Spal: «Sfida che mi riporta ad anni fantastici. Una volta…»

moratti inter
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex presidente dell’Inter ha parlato della sfida tra Inter e Spal. Ecco le dichiarazioni di Massimo Moratti tra presente e passato

La sfida tra Inter e Spal non è una sfida semplice per l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti. L’ex numero uno interista ha concesso un’intervista a “La Nuova Ferrara” in vista della sfida di domenica prossima tra i nerazzurri e gli estensi. Una sfida dal sapore particolare per MM, a 50 anni dall’ultimo incontro: «La partita di domenica ha una grande importanza per me perché mi riporta indietro di tanti anni. In quegli anni la Spal era una società solida e forte con Mazza e in comune abbiamo avuto Massei. Sono affezionato alla Spal e infatti ho fatto il tifo per loro lo scorso anno, li rivolevo in Serie A».

Prosegue l’ex presidente dell’Inter, raccontando vecchi episodi che lo legano alla Spal: «Ho fatto il tifo per loro per il contesto. Tutto bello, mi ricordava e mi ricorda i bei tempi, il rapporto di papà con Mazza e la realtà spallina e ferrarese. I giocatori, tipo Morbello. Al di là delle partite a San Siro, venivo spesso a Ferrara, ho visto più di una partita lì. Compresa l’ultima della Spal contro l’Inter prima del recente ritorno in A, c’era Herrera in panchina e vincemmo giocando con tutti i nostri migliori elementi, da Burgnich a Facchetti, da Suarez a Mazzola e Corso. All’epoca papà aveva già ceduto il club a Fraizzoli e fui io a rappresentare formalmente il club. La sfida di domenica? Non credo che Spalletti sia così superficiale da sottovalutare una squadra come la Spal».