Napoli – Empoli (2 a 0): pagelle e tabellino

Napoli – Empoli (2 a 0): pagelle e tabellino
© foto www.imagephotoagency.it

Serie A 2016-17, decima giornata, Napoli – Empoli: risultato, formazioni ufficiali, tabellino, pagelle, probabili formazioni, precedenti, come vederla

Napoli – Empoli: tabellino

MARCATORI: Mertens (N) 51’, Chiriches (N) 80’

AMMONITI: Bellusci (E), Mertens (N), Tello (E)

ESPULSI:

ARBITRO: Maurizio Mariani

Napoli – Empoli: pagelle e sintesi

NAPOLI (4-3-3): Reina 7; Maggio 5.5 (al 78’ Hysaj s.v.), Chiriches 7, Koulibaly 7, Ghoulam 6; Allan 6.5 (al 71’ Hamsik s.v.), Jorginho 6 (al 72’ Diawara s.v.), Zielinski 5.5; Callejon 6.5, Mertens 7, L. Insigne 5.5. A disposizione: Sepe, Rafael, Tonelli, Maksimovic, Strinic, Rog, Giaccherini, El Kaddouri, R. Insigne. Allenatore: Maurizio Sarri

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski 8; Veseli 6, Bellusci 5, Costa 5.5, Dimarco 6; Krunic 5 (al 55’ Tello 6), Diousse 5.5, Buchel 5.5 (al 71’ Croce 6.5); Saponara 5.5; Pucciarelli 5, Mchedlidze 5.5 (al 67’ Maccarone 6.5). A disposizione: Pelagotti, Zambelli, Barba, Cosic, Pasqual, Mauri, Pereira, Maiello, Marilungo. Allenatore: Giovanni Martusciello

NAPOLI – IL MIGLIORE

Mertens 7: Troppo facile scegliere il folletto belga: meriterebbe il gol già nel primo tempo, ma in due occasioni clamorose ed in tante altre chance è un super Skoruspki a dirgli no e negargli la gioia. La sblocca nella ripresa con enorme merito, per l’intero arco della gara è il più attivo in campo: non sembra conoscere fatica, il suo moto perpetuo è un incubo per i difensori avversari. Ora la montagna dello Juventus Stadium.

NAPOLI – IL PEGGIORE

Maggio 5.5: Soffre la verve di Croce quando entra in campo e l’Empoli inizia a passare piuttosto agevolmente dalle sue parti: in difficoltà sul piano della velocità e di conseguenza sulla tenuta. Al tutto somma una fase offensiva piuttosto deficitaria rispetto alle abitudini di un tempo: vanifica un ottimo assist di Callejon con un controllo di palla deficitario.

EMPOLI – IL MIGLIORE

Skorupski 8: Due miracoli nel primo tempo: in seconda battuta su Mertens, pronto a depositare in rete con un facile tap-in dopo che si era procurato da se l’occasione da gol, appena dopo sul diagonale potente e preciso di Callejon. Interventi che si sommano ai tanti di tasso di difficoltà comunque importante: tiene in vita un Empoli che – al netto della prestazione del suo portiere – ha piuttosto demeritato. Si ripete nella ripresa su Jorginho.

EMPOLI – IL PEGGIORE

Krunic 5: Dà troppo poco: non si vede né in fase offensiva né in quella della tenuta generale, peraltro sbaglia troppo in disimpegno dimostrando di soffrire oltremodo il pressing partenopeo. Non a caso è il primo cambio adottato da Martusciello: resta in campo per un’ora scarsa, le sostituzioni danno all’Empoli un’intensità ed una proiezione differente.

NapoliEmpoli 2-0, i partenopei grazie alle reti di Mertens e Chiriches tengono il passo con Juventus e Roma rispondendo alle loro vittorie e restando a quattro lunghezze dalla vetta. Il miglior biglietto da visita per presentarsi allo scontro diretto dello Juventus Stadium in maniera credibile.

PRIMO TEMPO – Napoli chiaramente subito nella metà campo avversaria: sfonda Zielinski sul centro-sinistra, scarico su Allan che apre il piattone e prova ad angolare alla sinistra di Skorupski, manca la necessaria precisione. Al 9’ minuto è Insigne a mettersi in proprio: dribbling in zona centrale e doppia conclusione dal limite, entrambe ribattute da Costa. Ancora Napoli al 15’: Koulibaly soffia il pallone a Mchedlidze e chiede l’uno-due ad Insigne, lo ottiene e calcia a giro senza impensierire il ben appostato Skorupski, al 20’ ci prova Callejon ma è ancora una deviazione ad attutirne la battuta, al 22’ assist dello spagnolo per Mertens che nonostante la statura gira di testa verso la porta avversaria, palla appena alta. Tentativi in ripetizione per gli uomini di Sarri: ancora Mertens di testa al 27’, poi Insigne dalla distanza, tutto senza esito favorevole. La grande chance arriva al 32’: incrocio di Mertens e Skorupski fermo sul posto, la palla esce per questione di centimetri. Solo Napoli: assist perfetto di Insigne per Callejon che manca clamorosamente il bersaglio con un comodo colpo di testa a tu per tu con l’estremo difensore avversario. Punizione di Insigne al 39’: Skorupski controlla agevolmente la traiettoria., il portiere polacco si supera poi con un doppio clamoroso intervento sul solito Mertens. Altro miracolo di Skorupski sul diagonale potente e preciso di Callejon, assedio partenopeo e risultato incredibilmente fermo sullo 0-0 all’intervallo.

SECONDO TEMPO – Si riparte dagli stessi ventidue del fischio d’inizio ed inevitabilmente dallo stesso copione: Napoli avanti, Empoli rintanato nella propria metà campo. Gli uomini di Sarri passano all’8’ minuto: Callejon sfonda sulla destra e serve sulla corsa Mertens, filtrante deviato quanto basta per mettere il belga nelle condizioni migliori per battere a rete. Ci prova subito dopo Allan: raddoppio vicino, Napoli proteso in avanti. Prima occasione dell’Empoli al 12’ della ripresa: Mchedlidze stacca su un bel cross di Dimarco, palla in corner. Terzo miracolo della gara di Skorupski al 13’: ripartenza fulminea del Napoli che si conclude sull’asse Insigne-Jorginho, bolide dell’italo-brasiliano diretto all’incrocio dei pali e volo dell’estremo difensore polacco. Seconda chance per i toscani, più liberi dopo lo svantaggio: azione continuata, la chiude Buchel con un angolo di tiro troppo pronunciato. Clamoroso spavento per il Napoli al 25’: Chiriches colpisce la sua traversa nel tentativo di interrompere la traiettoria di un cross, sul tap-in bolide di Maccarone e miracolo di istinto da parte di Reina per salvare il risultato. Napoli ora in difficoltà: ci prova anche Pucciarelli al 31’ e soltanto una deviazione salva la porta campana. Arriva al 35’ minuto il sacrosanto raddoppio del Napoli: sugli sviluppi di un corner sbuca Chiriches e fa centro freddando la statica retroguardia toscana. Nel finale Reina salva su Maccarone, vince con merito il Napoli con il risultato di 2-0.

SOLITO NAPOLI – Assolo Napoli per l’intero primo tempo: azioni in ripetizione per la banda Sarri, peraltro in crescendo d’intensità con lo scorrere dei minuti e seguendo le solite trame ariose e qualitative. Skorupski salva il risultato più volte, soprattutto sull’attivissimo Mertens e su Callejon: i partenopei avrebbero al minimo meritato un doppio vantaggio contro un Empoli che ha soltanto – e poco ordinatamente – difeso. Nella ripresa arrivano vantaggio e sofferenze, come spesso accade: la rete del vantaggio rilassa i partenopei che puntualmente perdono terreno e misure. Materia di lavoro per Sarri.

Napoli – Empoli: formazioni ufficiali

Sarri rilancia Jorginho: ne fa le spese Diawara, che dopo la gran prestazione di Crotone si accomoda in panchina. Non c’è spazio neanche per Rog e Giaccherini, ancora fuori dall’undici titolare. Tornano invece Maggio e Chiriches.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Zielinski; Callejon, Mertens, L. Insigne. A disposizione: Sepe, Rafael, Tonelli, Maksimovic, Hysaj, Strinic, Diawara, Rog, Hamsik, Giaccherini, El Kaddouri, R. Insigne. Allenatore: Maurizio Sarri

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Veseli, Bellusci, Costa, Dimarco; Krunic, Diousse, Buchel; Saponara; Pucciarelli, Mchedlidze. A disposizione: Pelagotti, Zambelli, Barba, Cosic, Pasqual, Croce, Mauri, Pereira, Tello, Maiello, Marilungo, Maccarone. Allenatore: Giovanni Martusciello

Napoli – Empoli: pre-partita, probabili formazioni

NAPOLI, EL KADDOURI: “Contro il Crotone abbiamo sofferto più del dovuto alla fine, non va bene, ora pensiamo a questa gara perchè per migliorare dobbiamo trovare continuità”.

EMPOLI, DIOUSSE: “E’ una partita come le altre per noi, certamente dovremo dare il massimo per venire fuori con un risultato positivo contro il Napoli”.

Sarri pensa ad alcune rotazioni per conservare le energie in vista dello scontro diretto con la Juventus: Zielinski in luogo di Hamsik, Giaccherini può partire dal primo minuto. Da valutare eventuali inserimenti in difesa: scalpitano Chiriches e Tonelli. L’Empoli in campo con il miglior undici possibile. Martusciello cambia la mediana: giocano Krunic, Diousse e Buchel.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Zielinski; Giaccherini, Mertens, L. Insigne. A disposizione: Sepe, Rafael, Tonelli, Chiriches, Maggio, Strinic, Jorginho, Rog, Hamsik, Callejon, El Kaddouri, R. Insigne. Allenatore: Maurizio Sarri

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Veseli, Bellusci, Costa, Pasqual; Tello, Mauri, Croce; Saponara; Pucciarelli, Maccarone. A disposizione: Pelagotti, Zambelli, Barba, Cosic, Dimarco, Buchel, Diousse, Pereira, Krunic, Maiello, Marilungo, Mchedlidze. Allenatore: Giovanni Martusciello

Napoli – Empoli: precedenti, dove vederla in tv

La partita sarà trasmessa in diretta sulle frequenze di Sky Sport e su digitale terrestre su Mediaset Premium a partire dalle ore 20:45. In streaming su piattaforme per pc, tablet e smartphone SkyGo e Premium Play. Le due squadre si sono affrontate al San Paolo l’ultima volta l’anno scorso ed è finita con il netto risultato di 5-1 in favore dei partenopei. In totale dieci precedenti tra le due squadre tra Serie A e Serie B nel fortino del San Paolo, con un bilancio di sette vittorie partenopee, due pareggi ed una vittoria esterna ottenuta dall’Empoli.