Connettiti con noi

Hanno Detto

Napoli, Lobotka: «Mi dicevano che ero grasso, ora lotto per lo scudetto»

Pubblicato

su

Lobotka

Il centrocampista del Napoli Lobotka ha parlato del buon momento di forma che sta vivendo in azzurro

Stanislav Lobotka, centrocampista del Napoli, in una intervista a Radio Kiss Kiss Napoli ha parlato del grande momento di forma che sta vivendo.

MOMENTO DI FORMA – «Adesso sono felice perché sto giocando molte partite. Prima invece ho pensato anche di cambiare squadra perché volevo godermi il calcio e giocare. Poi però Gattuso è andato via e mister Spalletti ha dimostrato di credere in me». 

HAMSIK – «Le belle parole di Hamsik su di me? Marek mi ha aiutato molto, soprattutto con i tifosi. Molti giustamente non capivano come la società avesse potuto pagarmi 20 milioni di euro, dicevano che ero grasso… Marek invece mi conosce bene ed è stato un grande. Lo ringrazierò sempre per quello che ha fatto per me». 

RAPPORTO CON SPALLETTI – «C’è un buon feeling. Il mister è un grande sia dentro che fuori dal campo. A differenza di mister Gattuso non urla. Mi piace come comunica con me e con tutti i miei compagni». 

SCUDETTO – «Per me è possibile lottare per lo Scudetto, siamo forti e lo sappiamo. Non è stato facile giocare con tanti assenti. Ora siamo di nuovo vicino alla vetta ma c’è bisogno di ottenere punti con tutte, sia con le piccole che con le grandi». 

IDOLI – «Quando ero piccolo il mio idolo era Ronaldinho. Ora mi piacciono Messi, Iniesta, Xavi, Modric, Kroos, Verratti e Thiago Alcántara. Sono tutti calciatori che giocano nel mio ruolo e hanno anche le mie stesse caratteristiche fisiche. Sono quindi loro che mi ispirano, soprattutto rispetto alla loro interpretazione di calcio».