Neymar si prende il Psg: «Scelta di cuore. Abbiamo le stesse ambizioni»

neymar brasile
© foto www.imagephotoagency.it

Neymar, da ieri sera, è ufficialmente un calciatore del Paris Saint Germain. Oggi c’è stata la press conference di presentazioni, con giornalisti di tutto il mondo accreditati per l’evento

Le parole di Neymar nel giorno della conferenza di presentazione da calciatore del Psg: «Sono molto felice e ringrazio il Presidente per le belle parole. Sono contento di questa sfida e di venire a Parigi, una città meravigliosa. Mi mancano le parole per descrivere quello che provo oggi. Non vedo l’ora di conoscere i miei compagni, giocare con loro e vincere i titoli che ci siamo prefissati. Sono venuto qui per l’ambizione di questo club, molto simile alla mia. Io volevo una sfida più grande e il mio cuore mi ha indirizzato verso questa scelta. Volevo venire a Parigi e questo è stato l’unico motivo per cui ho preso questa decisione, non perché non mi sentissi la stella al Barcellona. Si parla di protagonismo, ma non è questo che mi ha spinto a venire qui: sono al Psg per nuove sfide, nuovi titoli, per qualcosa di più grande. Voglio migliorarmi. E’ stata una delle decisioni più difficili della mia vita perché stavo molto bene al Barcellona e ho molti amici lì. Non è stato affatto semplice: è stato un momento di grande tensione, ma il calcio è questo e la nostra vita va molto veloce. Ringrazio chiaramente tutti i miei compagni di squadra del Barcellona che mi accolsero benissimo al mio arrivo e sono stato benissimo in questi 4 anni. Volevo qualcosa di diverso e qui già mi sento a casa. Sono davvero molto felice perché ho ascoltato il mio cuore. Debutto? Ho molta fame di calcio e voglio sempre giocare. Sì, sono pronto e, se posso farlo già domani, perché no. Qui per soldi? Chi lo dice non sa niente della mia vita. I soldi non sono mai stati la mia motivazione primaria, che è la felicità. Se si trattasse di denaro, in questo momento, giocherei in un altro Paese e in un altro campionato. Io acquisto più caro della storia del calcio? E’ una cosa che non mi pesa. Se c’è una clausola rescissoria nel contratto? Sono appena arrivato e già volete farmi comprare da qualcun altro?! Ruolo? Giocherò nella posizione che mi verrà assegnata, a me basta giocare. Piquè? E’ stato un momento di rilassamento, quel giorno non si giocava, ci stavamo divertendo insieme e ha postato quella foto. Non ho detto io di postarla, anche perchè non avevo ancora preso nessuna decisione. Gerard ha voluto esprimere la sua idea, per me è un grande amico. Ho deciso 2 giorni fa e l’ho subito comunicato al tecnico e alla società. Io come Figo? Mi dispiace se alcuni tifosi la pensano così».