Panama-Tunisia 1-2: prima vittoria per le Aquile di Cartagine

La Tunisia riesce a conquistare i primi tre punti del Mondiale grazie alle reti, in rimonta, di Ben Youssef e Khazri

Nella sfida del gruppo G tra le due eliminate del Mondiale, vince la Tunisia contro un Panama comunque battagliero e stoico. D’altronde Tunisia e Panama scendevano in campo per l’onore visto che hanno entrambe perso, e anche nettamente, le prime due partite del Mondiale contro Belgio e Inghilterra. Un girone, a dire il vero, proibitivo per due nazionali che partivano nettamente sfavorite. Il miracolo non è riuscito a nessuna delle due selezioni, che anzi sono uscite con le ossa rotta in un paio di sfide (Tunisia-Belgio 2-5, Inghilterra-Panama 6-1).

Ha vinto la squadra più forte, la Tunisia. Ma ci è voluta una ripresa di qualità per rimontare, con le reti di Ben Youssef e Khazri, il vantaggio iniziale di Panama, realizzato nel primo tempo con la decisiva deviazione di Meriah sul sinistro scoccato da Rodriguez dal limite dell’area. In quando la partita si è giocata prevalentemente a centrocampo, Panama ha avuto buon gioco, mostrando intensità e buona motivazione. Poi gli africani hanno cominciato ad allargare il campo. La qualità di Khazri e la pericolosità di Ben Youssef hanno fatto la differenza, con due reti pregevoli al termine di due azioni manovrate molto belle e nobilitate dagli assist di Khazri e Haddadi. Panama prova fino alla fine a conquistare un punto che sarebbe storico, ma Mathlouthi è attento su Barcenas fissando il punteggio sull’1-2 finale.