Petrucci: «Il calcio si è già fermato, non è mai morto nessuno»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della FIP Gianni Petrucci è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per analizzare l’emergenza coronavirus

Gianni Petrucci, presidente della FIP, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per parlare dell’emergenza coronavirus. Ecco le sue parole:

«La fobia e la paura è venuta a tutti i dirigenti. Noi non siamo degli eroi, la paura è naturale. Eravamo disponibili a giocare in una situazione difficile, abbiamo deciso così. Le notizie erano serie, non potevamo mettere a repentaglio la salute».

DECISIONE – «Ci sono decisioni difficili da prendere, ma sono stato suffragato dai presidenti. Ma anche con altre leghe abbiamo avuto un confronto. Siamo padri di famiglia. Gente che non sta bene che vuole tornare, io rispetto il calcio ma noi del basket abbiamo avuto questo sentimento. Sono decisioni difficili. Ognuno sa quello che deve fare l’altro, ma poi sappiamo noi cosa fare. Il calcio non è mai stato fermato? Non è vero, si è fermato e non è mai morto nessuno».