Play Off Serie C: Pisseri buca, Marotta ringrazia. Al Siena la semifinale d’andata contro il Catania

Play Off Serie C: Pisseri buca, Marotta ringrazia. Al Siena la semifinale d’andata contro il Catania
© foto www.imagephotoagency.it

Nella gara d’andata della Semifinale di Serie C, festeggiano i padroni di casa del Siena grazie ad un colpo di testa di Marotta su una clamorosa topica di Pisseri. Il Catania sciupa tantissimo ed alla fine festeggiano i toscani che adesso dovranno andare al Massimino domenica potendo contare su due risultati su tre.

Nella Semifinale dei Play Off di Serie C, il Siena si aggiudica la vittoria contro il Catania grazie una rete di Marotta su clamoroso errore in uscita del portiere etneo Pisseri. Una gara molto equilibrata, sbloccata solo da un episodio che ha favorito i padroni di casa, decisamente più cinici rispetto alla squadra allenata da Lucarelli. I siciliani collezionano buone occasioni ma peccano molto negli ultimi 25 metri. Proteste finali per un presunto fallo su Russotto non ravvisato dall’arbitro Robilotta. Domenica si gioca il ritorno al Massimino. Nell’altra seminale, il Sud Tirol supera in zona Cesarini il Cosenza grazie ad una rete di Cia.

GARA DAI VECCHI TRASCORSI – Siena e Catania, dopo i fasti della Serie A, tornano ad affrontarsi per un match che mette in palio una buona fetta del passaggio al turno finale dei Play Off per la promozione in Cadetteria. Dopo il clamoroso epilogo nella gara contro la Reggiana, non senza strascichi, la squadra di Mignani prova a mettere in ghiaccio il pass per la finale di Pescara affidandosi al solito scacchiere tattico, nonché alle ottime propensioni in fase di ripartenza che l’hanno resa protagonista nell’intera regular season. Riposo iniziale per Guberti, confermati in avanti Santini e Marotta con la novità Negli. Assente in difesa D’Ambrosio. Il Catania, reduce dalla vittoria contro il Feralpisalò, si affida ad una formazione più abbottonata così come richiesto dal tecnico Lucarelli. Inamovibile lo schema 3-5-2, ma i rossazzurri si presentano con le novità Esposito come quinto e Ripa in attacco. Parte dalla panchina Lodi, reduce dal proprio matrimonio, in mediana viene schierato Rizzo.

SQUADRE GUARDINGHE – L’avvio del match è su ritmi godibili, ancorchè le due squadre provino principalmente ad allargare le rispettive maglie avversarie nel tentativo di trovare l’episodio giusto. La sensazione è che entrambe le squadre si temino troppo e se per il Catania una gara un po’ imballata può tuttavia andar bene, godendo della match di ritorno sul campo amico del Massimino, per il Siena aumentare la velocità nel tentativo di trovare il vantaggio diventa quasi un obbligo. Dopo due tentativi velleitari di Vassallo per i bianconeri e di Mazzarani per i rossazzurri, la prima vera occasione è di marca ospite con Rizzo che dalla distanza impegna severamente Pane che libera l’area con la complicità di un compagno di squadra.

SI SVEGLIA IL CATANIA – Con il passare dei minuti, gli etnei alzano il loro baricentro costringendo la difesa senese a rinculare dietro. Forte di un pressing più alto ed un Porcino molto mobile sull’out di sinistra, la formazione di Lucarelli si rende molto pericolosa poco prima della mezzora, sfruttando un ottimo fraseggio di palla ed impedendo alla Robur di risalire. Al 32’ ci prova con una punizione a giro Mazzarani, ma il tentativo del numero 32 è tutt’altro che preciso e si spegne direttamente sul fondo. Al 37’ ancora siciliani vicini al gol con Russotto bravo a sfruttare un errato retropassaggio di Cristiani, ma non altrettanto nel trovare lo specchio della porta. Nel capovolgimento di fronte, Iapichino mette paura a Pisseri con un gran rasoterra da fuori area che termina fuori alla sinistra del portiere etneo. Poco prima della fine del primo tempo, Mignani perde per infortunio Cristiani, mettendo in campo Bulevardi.

MATCH APERTO A QUALSIASI RISULTATO – Nella ripresa, il Siena entra in campo con un altro piglio e nei primi minuti Marotta mette in difficoltà la formazione siciliana sfruttando le lunghe aperture volte ad innescare l’attaccante bianconero. Nel break etneo, Mazzarani lancia in solitaria Russotto ma è provvidenziale l’intervento in uscita di Pane, bravissimo ad evitare che l’attaccante potesse involarsi verso la porta. Ancora Catania al 53’ quando Porcino mette un preciso cross in area che viene respinto corto da un difensore toscano, Russotto non è tempestivo a raccogliere la ribattuta e l’azione sfuma. Al 60’ girandola di cambi: Mignani inserisce Guberti per Santini, risponde Lucarelli con l’inserimento di Barisic e Curiale per Esposito e Ripa.

CHE ERRORE PISSERI! – Sull’ennesima pressione dei senesi, Sbraga, su schema da corner corto, tenta la conclusione da fuori area, ma il tentativo del difensore è fuori misura. Occasionissima per il Catania al 68’: Barisic mette in area di rigore forte e teso per Mazzarani che da due passi, anticipando anche il diretto marcatore, manda alto sulla traversa. Dal possibile gol del vantaggio, arriva l’inatteso vantaggio locale: Neglia disegna un assist per Marotta, Pisseri esce a vuoto ed il colpo di testa dell’attaccante permette alla Robur Siena di trovare il vantaggio. Il vantaggio galvanizza i bianconeri ed abbatte il morale in casa Catania che nel giro di pochi minuti rischia il clamoroso colpo del knockout, evitato con molta fatica dalla retroguardia etnea.

MINUTI FINALI DI FUOCO – Nell’ultimo quarto d’ora, Lucarelli prova a dare maggiore qualità all’intero pacchetto offensivo inserendo Manneh per Porcino, Lodi per Rizzo e Caccavallo per Mazzarani. Non si fanno attendere le contromosse del tecnico Mignani che mette dentro Damian e Solini per Vassallo e Negli. La gara si frammenta anche a causa delle tante interruzioni di gioco per continui falli che favoriscono il Siena. All’87’ nuova opportunità sciupata dai rossazzurri con Barisic, poco lucido a calciare da posizione defilata anziché centrare per il meglio piazzato Curiale. Al 92’ proteste siciliane per un fallo di Marotta su Russotto in area di rigore, ma per l’arbitro è tutto regolare. In un clima tutt’altro che sereno, si esauriscono i minuti di recupero ed il Siena può festeggiare il successo di misura sul Catania. Domenica si replica al Massimino.

TABELLINO

ROBUR SIENA-CATANIA 1-0

MARCATORE: 70’ Marotta (RS).

ROBUR SIENA (4-3-3): Pane; Rondanini, Panariello, Sbraga, Iapichino; Cristiani (47 p.t. Bulevardi), Gerli, Vassallo (76’ Damian); Negli (76’ Solini), Marotta, Santini (60’ Guberti). A disposizione: Crisanto, Rossi, Dossena, Mahrous, Cleur, Guerri, Emmausso. All. Mignani.

CATANIA (3-5-2): Pisseri; Aya, Tedeschi, Bogdan; Esposito (60’ Barisic), Mazzarani (83’ Caccavallo), Biagianti, Rizzo (76’ Lodi), Porcino (76’ Manneh); Russotto, Ripa (60’ Curiale). A disposizione: Martinez, Blondett, Semenzato, Marchese, Bucolo, Di Grazia, Brodic. All. Lucarelli.

ARBITRO: Robilotta di Sala Consilina.

AMMONITI: Cristiani (RS), Barisic (C).