Premier League 27ª giornata: Conte vola, Chelsea a +10. La classifica

diego costa chelsea matic
© foto www.imagephotoagency.it

Premier League 27ª giornata: tutti i gol, le emozioni e le sintesi delle sfide del torneo britannico

Premier League 27ª giornata: Conte vola, Chelsea a +10. La classifica

Il Chelsea di Antonio Conte è una macchina perfetta. Vince 1-2 il derby di Londra contro il West Ham e vola sempre più in vetta alla classifica di Premier League. Quando mancano undici giornate al termine della stagione, il Chelsea possiede un vantaggio di dieci punti nei confronti del Tottenham e undici sul Manchester City di Guardiola (che deve recuperare una gara e può portarsi a -8, ndr). La formazione di Conte sbriga la pratica West Ham con un gol per tempo: Hazard sblocca il match al 25’, poi Diego Costa al 50’ chiude i conti. Brividi nel finale con la rete al 93′ di Lanzini, ma non c’è più tempo. Il Chelsea vola a 66 punti, il West Ham resta undicesimo a quota 33.

LA CLASSIFICA – Chelsea 66, Tottenham 56, Manchester City* 55, Liverpool 52, Arsenal* 50, Manchester United* 49, Everton 44, West Bromwich 40, Stoke City 35, Southampton* 33, West Ham 33, Burnley 31, Watford 31, Bornemouth 27, Leicester 27, Swansea 27, Crystal Palace 25, Middlesbrough 22, Hull 21, Sunderland 19.
* una gara in meno

Premier League 27ª giornata: vittorie per Tottenham e City

Nelle due partite domenicali in Premier, arrivano i successi di Tottenham e Manchester City. Gli ‘Spurs’ hanno avuto la meglio per 3-2 sull’Everton (doppietta di Kane). Tottenham a -7 dal Chelsea capolista, in attesa della sfida di domani coi ‘Blues’ impegnati sul campo del West Ham. Nell’altra gara di domenica, vittoria esterna del Manchester City sul campo del Sunderland ultimo in classifica: partita decisa dalle reti di Aguero (42′) e Sané 59′). ‘Citizens’ terzi in classifica e con una partita da recuperare (mercoledì in casa contro lo Stoke).

Premier League 27ª giornata: tris Liverpool sull’Arsenal

Big match della ventisettesima giornata di Premier League in scena, alle ore 18.30, ad Anfield Road: di fronte il Liverpool di Jurgen Klopp e l’Arsenal guidato da Arsene Wenger. E, dopo un periodo decisamente negativo con diverse sconfitte, i Reds tornano a sorridere: vittoria per 3-1 per i padroni di casa. Prima Firmino (9′) e poi Manè (40′) firmano il doppio vantaggio, Welbeck riapre i giochi al 57′ ma nel finale è l’olandese Wijnaldum a chiudere i conti.

Premier League 27ª giornata: vittoria Leicester

Nelle partite giocate sabato alle ore 16, il Leicester vince 3-1 in casa contro l’Hull City allontanandosi di 5 punti dalla zona retrocessione. Vittoria importanti, in ottica salvezza, per Swansea e Crystal Palace. Tutti i risultati del pomeriggio: Leicester-Hull City 3-1, West Bromwich-Crystal Palace 0-2, Swansea-Burnley 3-2, Watford-Southampton 3-4, Stoke-Middlesbrough 2-0. Alle ore 18,30 si gioca Liverpool-Arsenal. Domani Tottenham-Everton (ore 14,30) e Sunderland-Manchester-City (17), lunedì (ore 21) chiude il derby londinese West Ham-Chelsea.

Premier League 27ª giornata: United pari col Bournemouth

Premier League 27ª giornata. Il Manchester United non va oltre l’1-1, in casa, contro il Bournemouth. Autentico assedio degli uomini di Josè Mourinho alla porta degli ospiti: 20 occasioni create, 7 tiri in porta e il 68% di possesso palla non bastano ai Red Devils per portare i 3 punti a casa. Martial e Pogba mettono a dura prova i riflessi di Artur Boruc, la rete però arriva al 23′ quando Antonio Valencia regala palla a Rojo che controlla rapidamente e calcia verso l’angolino sinistro. Al 39esimo rigore per il Bournemouth per un fallo dubbio commesso da Phil Jones: Joshua King dal dischetto ed è 1-1. Al 45′ gli ospiti restano in dieci uomini dopo il doppio giallo sventolato dall’arbitro Kevin Friend a Surman. Gli sforzi dello United nella seconda frazione di gioco però vengono vanificati da Zlatana Ibrahimovic che, al minuto 72 si fa parare il penalty, assegnato per fallo di mano di Adam Smith, dal solito Boruc. Punto inutile per il Manchester che resta ai margini della zona europea mentre consente al Bournemouth di allontanarsi dalle concorrenti per la salvezza.