Respinto il ricorso della Ternana: Catania e Novara hanno entrambi i piedi in Serie B

Respinto il ricorso della Ternana: Catania e Novara hanno entrambi i piedi in Serie B
© foto www.imagephotoagency.it

Non è servito il ricorso della Ternana alla CAF sulla decisione del TFN di riammettere il Novara (e di riflesso il Catania) nelle liste dei ripescaggi. Con la decisione della Corte Federale d’Appelli, etnei e gaudenziani possono festeggiare il ritorno in cadetteria, nell’attesa che il ripescaggio venga ufficializzato. Il Siena resta alla finestra e potrebbe prendere il posto dell’Avellino.

Tutto come previsto dalla nostra redazione alcuni giorni fa. La Corte Federale d’Appello ha respinto i ricorsi di Ternana, Pro Vercelli e Robur Siena contro la decisione del TFN di riabilitare il Novara al ripescaggio in Serie B, confermando, di fatto, quanto deliberato dalla Sezione Disciplinare del Tribunale Federale Nazionale.

RABBIA TERNANA, POSSONO FESTEGGIARE IN DUE – Nonostante le dichiarazioni del presidente della Ternana, Stefano Ranucci, a Tele Terni, che si dichiarava ottimista sul ricorso dei rossoverdi, la battaglia legale non ha sortito effetti e a breve saranno diramate le graduatorie dei ripescaggi dove Catania e Novara sono rispettivamente al primo e secondo posto, occupando di diritto due dei tre posti lasciati liberi dalle non iscritte (Bari e Cesena).

LA SENTENZA – Lo scorso 17 luglio, il Tribunale Federale aveva approvato il ricorso sollevato dal Novara che chiedeva l’annullamento della delibera del Commissario Straordinario FIGC del 30 maggio scorso, in cui si stabiliva che le Società che avessero scontato nelle stagioni sportive 2015-16, 2016-17 e 2017-18 sanzioni per il mancato pagamento, nei termini prescritti, degli emolumenti dovuti ai tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo o delle ritenute IRPEF, o dei contributi INPS o del Fondo Fine Carriera relative ai suddetti emolumenti, fossero escluse da ogni possibilità di ripescaggio per colmare vacanze di organico. Con la conferma da parte della Corte Federale d’Appello i siciliani ed i piemontesi viaggiano spediti verso la Serie B, notizia che verrà ufficializzata a breve.

IL SIENA CI SPERA – Resta aperta la speranza del Robur Siena che, dopo il respingimento del ricorso dell’Avellino discusso dal Collegio di Garanzia del Coni, potrebbe diventare automaticamente la terza formazione ripescata in cadetteria, anche se i campani  proveranno a ribaltare la bocciatura al Tar del Lazio.