Milan, in fiamme l’appartamento romano dell’ex bandiera Gianni Rivera

© foto www.imagephotoagency.it

Uno spiacevole episodio è accaduto nella mattinata di ieri all’ex bandiera del Milan, ora politico e guida del settore tecnico di Coverciano, Rivera, vittima di un incendio nel suo appartamento romano

Una giornata da dimenticare quella di ieri per Gianni Rivera. L’appartamento romano della stella del Milan delle decadi 1960-1979, vice-campione del mondo ai Mondiali di Messico 1970, è stato vittima, infatti, di un incendio che lo ha completamente distrutto. Al momento del divampare delle fiamme, in casa, in via dei Coronari 214, era presente soltanto il figlio Gianni, riuscito a uscire in tempo. A rischio, invece, è stata un’inquilina dello stesso piano dell’ex Pallone d’Oro (1969), salvata tempestivamente grazie al repentino intervento dei Vigili del Fuoco.

A provocare l’incendio, in base ai primi accertamenti, sarebbe stato un corto circuito provocato da un malfunzionamento della lavatrice. La densa e spessa nuvola di fumo, sprigionata dall’appartamento, ha provocato danni anche agli alloggi limitrofi e superiori. Per questo, l’intero è stato fatto evacuare e dichiarato, per il momento, inagibile. Nonostante la strada stretta e trafficata, i pompieri sono riusciti a raggiungere la casa di Rivera con relativa facilità e velocità.