Rolando Mandragora, ecco chi è il playmaker del Crotone che sogna la Juve

Rolando Mandragora, ecco chi è il playmaker del Crotone che sogna la Juve
© foto www.imagephotoagency.it

Rolando Mandragora ai raggi “x”: le caratteristiche tecniche, il cartellino, la clausola, l’ingaggio ed i profili social del regista in prestito dalla Juve al Crotone

Rolando Mandragora nasce a Napoli il 29 giugno 1997, anche se i primi passi nel mondo del calcio li muove nel settore giovanile del Genoa. Talento particolarmente precoce, con i rossoblu allora allenati da Gasperini si affaccia in Serie A – addirittura da titolare in una sfida casalinga contro la Juventus – ad appena 17 anni e 4 mesi. Conclude la stagione 2014/2015 con cinque presenze, prima di passare in prestito al Pescara in Serie B nell’estate successiva. In Abruzzo si mette in grande evidenza, al punto tale che proprio la Juventus nella sessione invernale di mercato se ne assicura le prestazioni per 6.5 milioni di euro. Il centrocampista resta in biancazzurro fino al termine del campionato, prima di trasferirsi a Torino dove però non trova spazio l’anno successivo a causa di un serio infortunio al piede destro. L’esordio in bianconero, infatti, arriva soltanto il 23 aprile 2017 nel successo per 4-0 ai danni del Genoa. Nell’estate 2017 svolge di nuovo la preparazione estiva con la Juve, prima di accasarsi in prestito al Crotone con il quale – il 24 settembre nell’impegno casalingo contro il Benevento – realizza il suo primo gol in Serie A.

Da sempre considerato uno dei talenti più cristallini della classe ’97, Mandragora veste i colori della Nazionale lungo l’intera trafila a partire dall’Under 17. A soli 18 anni esordisce in amichevole contro l’Ungheria in Under 21, selezione di cui diventerà anche capitano, mentre nel 2017 prende parte al Mondiale Under 20 in Corea del Sud. La prima apparizione in Nazionale maggiore arriva invece il 9 aprile 2017, nel contesto di uno degli stage organizzati nel corso della stagione dal commissario tecnico Gian Piero Ventura.

Rolando Mandragora, caratteristiche tecniche e ruolo

Centrocampista dai piedi particolarmente educati, mancino naturale, Rolando Mandragora si afferma come playmaker davanti alla difesa. Le sue abilità tecniche, unite ad una spiccata visione di gioco, ne fanno infatti un elemento predisposto ad occupare la cabina di regia delle squadre in cui milita. Proprio queste caratteristiche hanno portato alcuni tecnici, in primis Allegri alla Juventus, a provarlo anche da difensore centrale con compiti di impostazione della manovra.

Cartellino e clausole del centrocampista napoletano

Il cartellino di Rolando Mandragora, valutato complessivamente 6.5 milioni di euro nell’inverno del 2016 quando venne acquistato dal Genoa, è attualmente di proprietà della Juventus. In questo momento al Grifone per l’operazione di mercato deve ancora essere versata una somma di circa 5.5 milioni, parte variabile a seconda del raggiungimento di determinati risultati sportivi. Il centrocampista per la stagione 2017/2018 è però in forza al Crotone, che lo ha prelevato dai bianconeri in estate a titolo temporaneo.

Contratto e stipendio di Rolando Mandragora

Nella rosa del Crotone a titolo temporaneo dal 5 agosto 2017 sino al termine della stagione, Rolando Mandragora ha firmato il suo primo contratto con la Juventus nel gennaio del 2016 con scadenza 30 giugno 2021. Il suo stipendio all’interno dell’accordo quinquennale siglato con i bianconeri ammonta a 200mila euro.

Procuratore Mandragora: i manager sono Triulzi e Calabria

Rolando Mandragora è assistito dagli agenti Pierpaolo Triulzi e Pino Calabria, che in estate ne hanno curato il passaggio in prestito dalla Juventus al Crotone. Triulzi in particolare è un manager piuttosto noto nell’ambiente e specializzato soprattutto nel mercato sudamericano, come testimonia il fatto che negli anni abbia detenuto la procura di talenti del calibro di Cavani e Dybala.

Mandragora al fantacalcio: piccolo prezzo, buona resa

Alle prime apparizioni in Serie A, per la tenera età ma anche a causa di due gravi infortuni che ne hanno bruscamente interrotto la crescita tecnica, Rolando Mandragora può comunque essere considerato un buon investimento ad un prezzo contenuto in sede di asta del fantacalcio. Il centrocampista di proprietà della Juventus piace infatti molto al tecnico Davide Nicola, che lo sta allenando a Crotone riservandogli con grande continuità una maglia da titolare. E, come ha già avuto modo di dimostrare in questa stagione, non è nemmeno allergico ad un gol ogni tanto…

Gli infortuni di Mandragora in carriera

Talento tanto cristallino quanto precoce, Rolando Mandragora ha però visto la propria ascesa già interrotta da un grave infortunio. Il primo è occorso nel finale della stagione 2015/2016, quella dell’esplosione in prestito al Pescara in Serie B e dell’acquisto da parte della Juventus. Il 30 aprile 2016 ha infatti patito una frattura del quinto metatarso del piede destro che ne ha di fatto compromesso anche l’annata successiva in bianconero, colori con i quali ha esordito soltanto nel mese di aprile. Nel corso dell’estate 2016, per risolvere il problema, il centrocampista è stato infatti costretto a sottoporsi ad un intervento che ne ha causato cinque mesi di inattività.

Rolando Mandragora, il numero di maglia

Nella sua ancora breve carriera, Rolando Mandragora si è legato a doppio filo al numero 38. Una casacca già indossata con i colori del Genoa, della Juventus e del Crotone.

  • Stagione 2014/2015 – Genoa – 38
  • Stagione 2015/2016 – Pescara – 21
  • Stagione 2016/2017 – Juventus – 38
  • Stagione 2017/2018 – Crotone – 38

La fidanzata di Mandragora? Ecco la bella Lucia

Talentuoso in campo, ma anche fortunato fuori. Rolando Mandragora non fa parlare di sé soltanto per le doti tecniche, ma anche per la vita privata che di certo sui social network non nasconde. Il centrocampista classe 1997 ormai da diverso tempo fa coppia fissa con Lucia Persico, insieme alla quale arricchisce di romantici scatti Instagram ed affini. Nella vita quotidiana o in esotiche vacanze, i due non perdono occasione per scambiarsi effusioni sempre con il sorriso sulle labbra…

pt.2 ? #beachday ?

A post shared by LUCIA (@lucia_persico) on

Mandragora sui social network: Facebook, Instagram e Twitter

Da buon calciatore dei giorni nostri in grande ascesa, Rolando Mandragora è presente su tutti i principali social network. Il profilo più cliccato è quello Instagram, che il talento classe ’97 aggiorna con grande costanza rifacendosi alle sue giornate tanto dentro quanto fuori dal terreno di gioco, sul quale vanta oltre 100mila followers. Discorso analogo per quanto riguarda la seguitissima pagina Facebook ed il profilo personale su Twitter, sempre curati con grande attenzione.

Mandragora, il valore a Fifa 18

Il valore complessivo di Rolando Mandragora a Fifa 18 è di 69. Un dato propiziato, un po’ a sorpresa, dall’alto valore nel dribbling (70), mentre il parametro più alto è quello legato alle qualità fisiche (73). Buona naturalmente la considerazione di cui gode a livello di facilità di palleggio (68), molto meno quella legata alla capacità nel tiro in porta (50).

mandragora 198x300

Mandragora gol, il video della prima prodezza in Serie A

La data del 24 settembre 2017 rimarrà per sempre nella memoria di Rolando Mandragora. In quell’occasione, infatti, il giovane centrocampista ha messo a segno la sua prima rete della carriera in Serie A. Un gol dal peso specifico incredibile, tra l’altro, in quanto ha sbloccato il risultato nella sfida-salvezza tra Crotone e Benevento poi vinta per 2-0 dai pitagorici.