Sampdoria, Bereszynski svela un retroscena: «Sono stato vicinissimo all’Inter»

Sampdoria, Bereszynski svela un retroscena: «Sono stato vicinissimo all’Inter»
© foto www.imagephotoagency.it

Il terzino polacco sicuro sul suo futuro: «Il mio obiettivo è arrivare in un top club come l’Inter»

Bartosz Bereszynski ha confessato a Przegląd Sportowy di essere stato molto vicino a vestire la maglia dell’Inter: «C’è stata una trattativa e ci sono stati dei discorsi anche avanzati. Però serve l’accordo di tutti perché vi sia un trasferimento e in questo caso non è successo. È un peccato, ma continuo ad allenarmi per fare un passo avanti. Ci saranno altre offerte e ci sarà l’occasione: non l’ho mai nascosto, è un mio obiettivo e per raggiungerlo devo fare bene con la Sampdoria».

SUL MERCATO DELLA SAMPDORIA – «Non è un club che trattiene i suoi giocatori, non è un segreto. La filosofia è chiara, comprare a poco e vendere a dozzine. Gli esempi sono tanti: Skriniar, Muriel, Schick, Torreira. Ogni anno due o tre giocatori partono ed è complicato puntare alle competizioni europee, per fortuna abbiamo un ottimo allenatore come Giampaolo che riesce a gestire subito i nuovi arrivi».

SUL SUO AMBIENTAMENTO – «Per un mese ho avuto incontri individuali con il vice di Giampaolo. Mi ha spiegato cosa dovessi fare, come mi dovevo muovere, come mi dovevo comportare. E dovevo farlo il prima possibile, non avevo tempo come Skriniar o Andersen che dopo il loro arrivo non hanno giocato per metà stagione. Io dovevo giocare sin da subito e ho avuto un percorso diverso».