Fiorentina, Sconcerti contro tutti: «Chiesa simulatore? Sono solo sciocchezze»

Fiorentina, Sconcerti contro tutti: «Chiesa simulatore? Sono solo sciocchezze»
© foto www.imagephotoagency.it

Il giornalista difende l’esterno della Fiorentina: «Piuttosto che un Chiesa simulatore io ho visto un Chiesa spesso picchiato»

Mario Sconcerti ha rilasciato una lunga intervista a FirenzeViola.it.

SU FIORENTINA-LAZIO – «Per la Fiorentina non sarà una partita facile. La Lazio è una squadra molto quadrata, fastidiosa e che sa sia difendersi sia attaccare in contropiede. Credo che sarà molto difficile battere gli uomini di Inzaghi».

SULLA FIORENTINA IN EUROPA – «Se i viola dovessero vincere sarebbero ancora decisamente in corsa anche perché domenica c’è Sampdoria-Atalanta e almeno una delle due si fermerà obbligatoriamente. Le prossime partite terranno loro ancora immischiati in questa lotta oppure li eliminerà definitivamente. Per la Coppa Italia concedo il 45% di possibilità alla Fiorentina».

SU PIOLI – «Non mi sembra che abbia sbagliato molto. È chiaro che se la Fiorentina dovesse arrivare decima dovrebbe fare un pensiero generale su tutto. Avrebbe messo in atto un progetto ben pensato, ma un po’ abortito. Non può continuare tutti gli anni a perdere posizioni in classifica. Io resto fedele a Pioli qualora dovesse risalire un po’ la china. Gli altri nomi che si fanno sono comunque tutti nomi di buoni allenatori ed in questi casi il nome nuovo ha più fascino».

SULLA PERMANENZA DI CHIESA – «Un anno forse la società potrebbe riuscire a trattenerlo, ma più tempo è veramente difficile. La professione che fa lo porta a giocare grandi partite per grandi club. Bisognerebbe che la voglia di giocare per la propria città superasse la voglia di avere un successo personale. C’è sempre per i calciatori il rischio di bruciarsi, ma lui è comunque un giocatore già cresciuto. Chiesa ha dato tanto alla Fiorentina, Firenze deve volere il suo bene».

SULLE SIMULAZIONI DI CHIESA – «Sono sciocchezze di chi lo subisce troppo. Durante una partita è difficile da marcare perché è un ragazzo che ha grande velocità di base. Non è però un centometrista e correndo come un calciatore è sempre in equilibrio precario. Piuttosto che un Chiesa simulatore io ho visto un Chiesa spesso picchiato».

SU LAFONT – «Deve migliorare perché deve riuscire ad essere completo altrimenti prende gol su aspetti dove ha bisogno di lavorare. Credo che diventerà un buon portiere, ma deve acquisire continuità nelle uscite e irrobustirsi fisicamente. Si può costruire su di lui, ma così com’è adesso non basta».