Connettiti con noi

News

Serie A: è bagarre Champions

Pubblicato

su

È piena bagarre Champions in Serie A.

Con l’Inter che si appresta a vincere lo scudetto e ad assicurarsi un posto nella prossima Champions League, ci sono almeno cinque squadre immischiate nella lotta agli altri tre posti disponibili per l’accesso alla massima competizione continentale per club.

Al momento al secondo posto c’è l’Atalanta a quota 68 punti, seguita da Napoli, Juventus e Milan tutte a quota 66 punti. Segue la Lazio a 61 punti ma con una gara da recuperare col Torino. 

C’è da dire che, al momento, il quadro degli scontri diretti tra le tre squadre ancora non è completo, in attesa di Juventus-Milan fissata per domenica 9 maggio. Per questo motivo, a oggi, a decidere è la differenza reti complessiva, in tutto il campionato, delle tre squadre. Per quanto riguarda la differenza reti quella del Milan è la peggiore: 60 gol fatti, 41 subiti (+19). Davanti a tutti c’è un ex rossonero, Rino Gattuso: +36 (73 fatti, 37 subiti). Avanti di uno sull’amico ed ex compagno di squadra Andrea Pirlo (+35). Se ipoteticamente fossero alla pari anche qui, si passerebbe alle reti fatte. Anche in questo caso, il Napoli è avanti rispetto ai bianconeri: 73 reti realizzate contro i 65 della Vecchia Signora. Se la situazione sarà così anche al termine del campionato, si prenderà in considerazione la classifica avulsa nelle partite tra le tre contendenti. E qui finora ci sono Napoli e Juventus a 6 punti e Milan a 3. In caso di parità assoluta (tutte a sei, appunto), conterà la differenza reti in quegli scontri diretti. Statistica che adesso dice Juventus +2, Napoli e Milan -1.

L’Atalanta di Gasperini

Al momento la squadra messa meglio, anche considerando una condizione fisica straripante, è l’Atalanta che vorrebbe archiviare il discorso qualificazione alla prossima Champions League il più in fretta possibile, magari col pass per l’Europa che conta già il 15 maggio, quando in programma ci sarà Genoa-Atalanta, soprattutto per evitare che la trasferta di Marassi porti spiacevoli sorprese a quattro giorni di distanza dalla finale di Coppa Italia contro la Juventus. In quest’ottica l’ultima gara stagionale, al Gewiss Stadium, con il Milan potrebbe essere solo una passerella finale. Uno dei punti cardine di questa squadra è Luis Muriel che con il gol numero 19 in Serie A messo a segno contro il Bologna, l’attaccante dell’Atalanta Luis Muriel ha stabilito il suo record personale di marcature in un solo campionato. Il colombiano è sul podio dei migliori goleador stagionali di una singola annata della storia nerazzurra e mette nel mirino chi lo precede: Filippo Inzaghi, 24 gol in A nel 1996\1997, e Duvan Zapata, 23 in A nel suo primo anno a Bergamo. Con cinque gare ancora da giocare (e un gol a gara) potrebbe guadagnarsi la palma di miglior marcatore della storia nerazzurra di tutti i tempi in una singola stagione.

Le altre

Se consideriamo Napoli, Juventus e Milan la squadra favorita – al momento – sembra essere proprio il Napoli di Gattuso. La classifica avulsa è il primo fattore da considerare per la classifica finale quando ci sono più squadre con gli stessi punti, ma il quadro degli scontri diretti non è ancora completo: manca la sfida a Torino tra Juve e Milan che potrebbe cambiare le carte in gioco. A Pioli serve una vittoria all’Allianz Stadium per pareggiare i conti. Dopo la classifica avulsa, si considera la differenza reti negli scontri diretti. Con Juve-Milan ancora da giocare, però, si tiene conto della differenza reti generale per stabilire chi è avanti in questo momento. E per farlo sarà necessario seguire i risultati live fino all’ultimo secondo dell’ultima giornata per scoprire chi accederà in Champions. 

Il calendario sorride al Napoli che dovrà affrontare Cagliari, Spezia, Udinese, Fiorentina e Verona. Il fragoroso 5-2 con cui aveva battuto la Lazio ha trovato conferma nel 2-0 di Torino contro i granata, un due a zero conquistato con un primo tempo spettacolare. Il calendario è il vero vantaggio del Napoli, non avrà più uno scontro diretto anche se in 4 partite su 5 incontrerà formazioni ancora in corsa per la salvezza. Situazione scontri diretti: in vantaggio con Atalanta, Roma e Lazio, in svantaggio col Milan, in parità con la Juventus. La sua differenza reti attuale è +36 e questo è un dato non trascurabile visto che il Napoli è pari alla Juve in classifica e nello scontro diretto e oggi ha un gol in più. 

La Juventus invece gioca molto male, perfino peggio del Milan di questo periodo, decisamente peggio della Lazio e non è minimamente paragonabile al Napoli e all’Atalanta di adesso. Ronaldo non segna da tre giornate, Dybala non è ancora in condizione, anche il Parma e anche la Fiorentina l’hanno messa in difficoltà sul piano del gioco. Situazione scontri diretti: in vantaggio con Roma e Lazio, in svantaggio con Atalanta, in parità col Napoli, in attesa col Milan (vittoria per 3-1 all’andata). La sua differenza reti attuale è +35.

Il Milan è in caduta libera. Pioli deve invertire questa tendenza, nell’ultima giornata ha subìto il sorpasso dell’Atalanta e l’aggancio di Juventus e Napoli. La soluzione sta nella sfida contro la Juve fra due giornate. Negli scontri diretti è in vantaggio con Roma e Napoli, in svantaggio con la Lazio, in attesa con Juventus (sconfitta 1-3) e Atalanta (sconfitta 0-3). La sua differenza reti attuale è +19.

Advertisement