Serie C, Monopoli e Catania si annullano. Al “Veneziani” finisce 0-0

Serie C, Monopoli e Catania si annullano. Al “Veneziani” finisce 0-0
© foto www.imagephotoagency.it

Nessuna rete, qualche minima emozione e nulla di più. Finisce 0-0 il recupero di Serie C tra il Monopoli ed il Catania. Pugliesi più efficaci nelle poche occasioni capitate, ma Pisseri ed una traversa impediscono ai biancoverdi di portare a casa l’intera posta in palio. I rossazzurri sono apparsi a corto di fiato e solo in rare occasioni hanno messo in difficoltà Pissardo.

Il recupero della prima giornata del Girone C di Serie C non passerà alla storia per essere stato un match spumeggiante. Il Monopoli ed il Catania si annullano, ma se il punteggio finale viene messo a referto senza reti il merito è prevalentemente dei due estremi difensori, bravi a farsi trovare pronti nelle poche occasioni capitate sui piedi dei rispettivi avversari. Sicuramente più propositiva la formazione pugliese, spinta dalla velocità di Mangni e dai tentativi velenosi dei mediani offensivi. Il Catania paga sicuramente la fatica del tour de force necessario a recuperare i match persi ad inizio stagione. Etnei poco efficaci in fase di creazione e con qualche limite di troppo sulla corsia di sinistra. Recriminano i biancoverdi per una clamorosa traversa colpita ad inizio ripresa da Zampa. Finisce 0-0 ma a conti fatti, per quanto visto in campo, il risultato è quello giusto.

TUTTO PRONTO AL VENEZIANI – La squadra di Scienza è reduce dalla sconfitta di Castellammare di Stabia, dove i biancoverdi avevano cullato il sogno di espugnare il campo dell’unica formazione finora sempre vincente grazie alla rete di Berardi. Ma l’illusione s’è spenta dopo appena sette minuti, tramutandosi nella ripresa in una sconfitta cogente. Scienza riparte del 3-4-1-2 con le novità Mendicino e Mengni a far reparto d’avanti con Berardi alle spalle. In difesa Ferrara prende il posto di Bei. Il Catania vola sulle ali dell’entusiasmo dopo le vittorie contro Trapani e Paganesi e punta al tris di successi. Sottil imposta la propria squadra in modo quasi speculare a quella avversaria, con i bomber Marotta e Curiale, autori delle quattro reti di Pagani, inamovibili in attacco. Sulla sinistra viene confermato Baraye. Ancora indisponili Giuseppe Rizzo e Barisic.

MANGNI CI VA VICINO – Nonostante le piogge degli ultimi giorni, il campo del “Veneziani” si presenta in condizioni accettabili, se si esclude qualche minimale chiazza fangosa. L’avvio di gara non è dei più promettenti, con le squadre più propense a studiare l’avversario piuttosto che cercare di offenderlo sin dalle prime battute. Il Monopoli è soprattutto sorretto dall’estro e dalla velocità di Doudou Mangni che all’8’ costringe con un preciso sinistro dal limite al primo intervento decisivo di Pisseri, corretto in out da Baraye. Dieci minuti più tardi è ancora il numero 19 biancoverde a mettere i brividi alla difesa etnea, affondando sulla fascia destra per poi sterzare, facendo partire un diagonale velenoso che si spegne di poco fuori dopo una deviazione. Fioccano intanto i cartelli gialli da parte dell’arbitro Nicoletti che, in 21 minuti, ne sventola tre in faccia a Rota, Curiale e Zampa.

RETI INVIOLATE GRAZIE AI PORTIERI – Il bel gioco latita e la gara vive solo di sporadici lampi. Al 27’ proteste veementi dei rossazzurri all’indirizzo dell’arbitro per un contatto in area di rigore su Biagianti, ma per il fischietto calabrese non ci sono gli estremi per il penalty. Due minuti più tardi è ancora il Catania a provarci con Angiulli, ma la conclusione viene respinta da Pissardo. Se si escludono un colpo di testa di Aya su punizione di Lodi ed un tiro dalla lunghissima distanza di Mendicino, entrambe terminate sul fondo, le restanti conclusioni degne di nota sono praticamente nulle. Il finale del primo tempo però s’accende. Al 41’ è ancora decisivo Pisseri, tempestivo nel respingere a pugni uniti con un colpo di reni un corner arquato di Scoppa destinato alla rete e salvato sulla linea di porta. Break siciliano al 44’ con Angiulli che si libera della marcatura di De Franco e fa partire un sinistro potente su cui Pissardo si oppone con un plastico tuffo.

LA TRAVERSA FERMA ZAMPA – Nella ripresa, la prima conclusione è di marca locale con il solito Mangni che, su cross di Donnarumma, fa partire una girata di sinistro con la sfera che termina di poco alta sopra la traversa. I biancoverdi sono decisamente più efficace degli ospiti e al 56’ vanno vicinissimi al vantaggio: il pubblico del Veneziani vede strozzato in gola l’urlo della rete quando Zampa, servito da Rota, indovina un incredibile pallonetto che colpisce la traversa con Pisseri completamente fuori causa. Gli allenatori provano a mettere in campo forze fresche e se da una parte Scienza preferisce Gerardi in attacco, dall’altra Sottil inserisce Ciancio e Bucolo in fase di copertura.

SBADIGLI FINALI – Il Catania è completamente bloccato in fase di ripartenza, anche per il massiccio pressing praticato dai Gabbiani sul portatore di palla. Nei minuti finali, Sottil prova a dare maggiore vivacità ed inserisce anche Llama al posto di uno spento Marotta. La gara si avvia alla conclusione che le due squadre al piccolo trotto, quasi a non volersi fare del male accontentandosi del risultato ad occhiali. Dopo quattro minuti di recupero, il match del Veneziani termina con la divisione della posta: il Monopoli sale a quota 9 punti, mentre il Catania conserva l’imbattibilità e si porta a 14 punti.

TABELLINO

MONOPOLI-CATANIA 0-0

MONOPOLI (3-4-1-2): Pissardo; Ferrara, De Franco, Mercadante; Rota, Zampa, Scoppa, Donnarumma;  Berardi (73’ Maimone); Mendicino (64’ Gerardi), Mangni. A disposizione: Saloni, Bei, Gatti, Pierfederici, Mavretic, Mangione, Paolucci. All. Scienza.

CATANIA (3-4-1-2): Pisseri; Aya, Esposito, Silvestri; Calapai, Biagianti, Angiulli (69’ Bucolo), Baraye (69’ Ciancio); Lodi; Marotta (77’ Llama), Curiale. A disposizione: Pulidori, Fabiani, Lovric, Scaglia, A. Rizzo, Manneh, Vassallo, Brodic, Mujkic. All. Sottil.

ARBITRO: Nicoletti di Catanzaro.

AMMONITI: Rota, Zampa (M), Curiale, Calapai (C).