Spal-Sassuolo 0-1: pagelle e tabellino

berardi sassuolo
© foto www.imagephotoagency.it

Spal-Sassuolo, 9ª giornata Serie A TIM 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Finisce 0-1 il primo derby emiliano in Serie A tra Sassuolo e Spal, grazie alla rete al 1′ del primo tempo di Politano. Sembravano esserci tutte le premesse per una goleada e, invece, niente: vittoria di misura. Il Sassuolo torna alla vittoria in maniera decisamente convincente. Con il ritorno del 4˗3˗3, marchio di fabbrica dell’ex allenatore Di Francesco, la squadra sembra più organizzata, dimostrando una superiorità tecnica evidente. La Spal, dal canto suo, non riesce più a vincere e, dopo le prime partite convincenti, neanche più a convincere. Rimasta da solo al penultimo posto, Semplici adesso rischia grosso; e il prossimo turno ci sarà la trasferta contro la Juventus.

SPAL-SASSUOLO: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Spal˗Sassuolo 0-1: tabellino

Marcatori: 1′ pt Politano (Sa)

SPAL (3-5-2): Gomis 7; Vaisanen 6, Vicari 5.5, Felipe 5.5; Lazzari 5.5, Schiattarella 5.5, Viviani 6, Mora 5.5 (24′ st, Rizzo 5.5), Costa 5.5; Antenucci 6.5, Borriello 5 (17′ st, Paloschi 5.5). A disposizione: Marchegiani, Poluzzi, Salamon, Oikonomou, Cremonesi, Mattiello, Vitale, Schiavon, Bonazzoli, Floccari. Allenatore: Leonardo Semplici

SASSUOLO (4-3-3): Consigli 6; Gazzola 6, Cannavaro 6, Acerbi 6, Peluso 6; Missiroli 6.5, Magnanelli 6, Duncan 7 (2′ st, Sensi 6.5); Berardi 5.5, Falcinelli 6 (34′ st, Ragusa 6), Politano 6.5 (42’ st, Cassata 5). A disposizione: Pegolo, Marson, Lirola, Mazzitelli, Rogerio, Biondini, Scamacca, Matri. Allenatore: Cristian Bucchi

Arbitro: Michael Fabbri

Note: Ammonizioni: Peluso (Sa); Borriello (Sp); Duncan (Sa); Sensi (Sa); Schiattarella (Sp); Viviani (Sp)

Espulsioni: 45′ st Cassata (Sa), fallo in gioco pericoloso

SPAL ˗ IL MIGLIORE:

Gomis 7: l’unico a tenere davvero in partita i suoi per tutto l’incontro. Non può nulla sul vantaggio di Politano ma salva il punteggio più volte, soprattutto, sulle conclusioni di Berardi, Duncan e lo stesso Politano. Decisivo, poi, il suo intervento sul rigore che tiene a galla i suoi

SPAL ˗ IL PEGGIORE:

Vicari 5.5: perde un pallone incredibile all’altezza del cerchio di centrocampo e propizia il gol del vantaggio sassolese al 1’ del primo tempo. Uno dei migliori, fin qui, in stagione, ma oggi commette un errore imperdonabile

SASSUOLO ˗ IL MIGLIORE

Duncan 7: lotta e corre come un forsennato. Crea e svaria da sinistra a destra, mettendo cross pericolosissimi in mezzo e cercando, più volte, la conclusione personale. Recupera palloni e combatte con foga, a volte eccessiva, ma la sua presenza in mezzo al campo è fondamentale. Costretto a uscire all’inizio del secondo tempo, la sua assenza si fa sentire.

SASSUOLO ˗ IL PEGGIORE

Berardi 5.5: poteva essere una giornata importante per il suo rilancio. Le molte occasioni create non trovano, quasi mai, la giusta forza e la giusta precisione, però. Inoltre, il calabrese macchia la sua partita sbagliando un rigore che avrebbe consentito alla sua squadra di dormire sonni tranquilli. Voto pessimo anche per l’esordiente Cassata, espulso dopo appena un minuto.

Spal-Sassuolo 0-1: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: Il copione non cambia e nel primo minuto un nuovo errore della difesa spallina rischia di propiziare il nuovo vantaggio del Sassuolo. La squadra di Semplici, però, sembra dare un segnale di reazione, in particolare con una buonissima occasione di Antenucci al decimo, finita sul palo. Il Sassuolo cerca di controllare il vantaggio, senza dare l’idea di voler affondare il colpo; la Spal ci crede, aumentando il pressing ma senza la necessaria convinzione. Senza Duncan, uscito per infortunio, sono sempre Politano e Berardi a creare le migliori occasioni, mai eccessivamente pericolose però. Il Sassuolo ha l’occasione di chiudere la partita con un rigore ma Berardi se lo fa respingere da Gomis. Negli ultimi dieci minuti la partita si innervosisce: Cassata, appena entrato, viene espulso su fallo nei confronti di Lazzari. La sua defezione rischia di rovinare la festa alla sua squadra ma la Spal non ne approfitta: si chiude sullo 0-1.

50′- Finisce qui: 0-1. Il Sassuolo porta a casa il primo derby emiliano

45′ – Assegnati 5 minuti di recupero

45′ – Bruttissima entrata di Cassata su Lazzari: espulsione netta, l’arbitro non ha dubbi

44′-  Grande occasione per la Spal: velo di Paloschi che libera Bonazzoli; il neoentrato spreca tirando altissimo

42′ – Entra Cassata, esce Politano

38′ – PARATA di Gomis su calcio di rigore. Il rigore centrale di Berardi viene intercettato dal piede del senegalese e la partita rimane sull’1-0

37′ – Rigore per il Sassuolo. Vaisanen entra scomposto su Ragusa e Fabbri fischia il calcio di rigore

36′ – Ennesima punizione battuta da Berardi ma la conclusione si stampa sulla barriera

34′ – Esce Falcinelli, entra Ragusa

32′ – Occasione per il Sassuolo. Berardi riceve un pallone fuori dall’area ma la sua rasoiata di sinistro scivola poco lontano dal palo

29′ – Berardi calcia una punizione dentro l’area: buona la traiettoria ma Gomis legge bene e la fa sua

28′ – Politano con il sinistro cerca una conclusione a girare ma Gomis, coperto dai suoi difensori, riesce a deviare il pallone in angolo, salvando la sua squadra

26′ – Spiovente di Viviani su calcio d’angolo: Vaisanen ha un’occasione d’oro ma la sua conclusione viene nuovamente deviata in corner

24′ – Entra Rizzo, esce Mora

22′ – Politano si propone senza palla, Berardi lo serve ottimamente e, da posizione molto angolata, cerca un gol quasi impossibile, non trovando la porta

21′ – Su un calcio di punizione  poco lontano dal limite dell’area di rigore, Sensi cerca di sorprendere Gomis ma non ce la fa; la sua palla finisce innocua tra le braccia del senegalese

17′ – Esce Borriello, entra Paloschi

16′ – Buono il movimento di Borriello in area di rigore sassolese; grazie alla caparbietà dell’attaccante, l’ex Cagliari serve Antenucci che, però, non conclude con la giusta forza e la palla viene bloccata da Consigli

9′ – Segnale di reazione della Spal. Antenucci, favorito da un rimpallo a favore, copre ottimamente la palla con il corpo ma il suo tiro si stampa dritto contro il palo, a Gomis battuto

5′ – Punizione per la Spal su fallo di Sensi: Viviani crossa al centro dell’area, la palla finisce sul lato opposto, a sinistra, a Antenucci il quale, dopo aver scartato un difensore, fa partire un bolide che centra in pieno Cannavaro, che opera un salvataggio provvidenziale

3′ – Missiroli, servito a meraviglia dal neoentrato Sensi, cerca di servire al centro dell’area Falcinelli ma interviene Gomis e la fa sua

2′ – Duncan non ce la fa: il colpo del primo tempo si fa ancora sentire. Entra Sensi al suo posto

1′ – Iniziata la seconda frazione. Il Sassuolo muove il primo pallone del Secondo tempo.

SINTESI PRIMO TEMPO: Pronti via e il Sassuolo parte subito fortissimo con Politano: approfittando di un brutto errore di Vicari, l’attaccante insacca portando in vantaggio i neroverdi. La difesa spallina fa acqua da tutte le parti e il Sassuolo, con Berardi e Duncan in particolare, nei primi 15’ va vicino al raddoppio. La Spal cerca di reagire ma senza creare particolari problemi alla difesa di Bucchi. La qualità tecnica del Sassuolo, unita all’asfissiante pressing alto, emerge a più riprese, impedendo alla squadra di Semplici di organizzare il gioco e dando l’impressione di essere costantemente in confusione. Gestione molto tranquilla della palla da parte del Sassuolo, forte del vantaggio e dell’evidente superiorità tecnica che risalta, grazie soprattutto alla poca lucidità della Spal. Basti pensare che la prima vera conclusione da rete della squadra spallina, arriva con Schiattarella al 33’. Sul finale della frazione, la Spal sembra cercare il pareggio con più convinzione ma non basta.

46′ – Termina la prima frazione di gioco con la parata di Consigli

45′ – Assegnato un solo minuto di recupero

43′ – Spiovente in area di Viviani. La palla arriva in area ma Gazzola devia in angolo. Nonostante le proteste dei giocatori spallini, per un presunto fallo di Peluso, Fabbri non fischia il rigore

38′ – Occasione dalla distanza per Duncan, respinta da un difensore. Sulla respinta, lo stesso ghanese entra con troppa foga su Falcinelli e Fabbri lo ammonisce

36′ – Ennesimo cross in mezzo di Duncan che approfitta di un errore di Vaisanen. Il suo passaggio, però, non viene intercettato dagli attaccanti in area

33′ – Prima vera palla gol della Spal: Consigli sbaglia il tempo d’uscita e Schiattarella ne approfitta recuperando un pallone che sembrava perso; il centrocampista rientra verso il centro dell’area ma il portiere, ritornato tra i pali, blocca senza problemi

32′ – Sulla respinta di un calcio d’angolo, Lazzari calcia verso la porta difesa da Consigli ma il suo tiro, partito con poche pretese, finisce vicino alla bandierina

29′ – Felipe si sgancia a fare superiorità numerica per la sua squadra, diventando un attaccante aggiunto e, grazie a un fraseggio con Costa, cerca di mettere in mezzo un bel pallone, proditoriamente messo fuori dalla difesa avversaria

24′ – Nuovo tentativo di Politano dalla distanza ma Vaisanen respinge, mettendo il proprio corpo come scudo

19′ – Cross di Duncan dalla destra a cercare Falcinelli ma il suo colpo di testa non impensierisce minimamente Gomis

15′ – Palla gol per il Sassuolo: Duncan si invola sulla sinistra e, dopo aver messo a sedere un difensore, cerca Berardi in mezzo che, però, non riesce a centrare la porta, a causa di una deviazione di un difensore

13′ – Doppio calcio d’angolo per la Spal, che si esaurisce senza un nulla di fatto, grazie all’allontanamento dei difensori sassolesi

11′ – Sul calcio di punizione fischiato per il fallo di Peluso, Viviani mette in mezzo un pallone invitante ma Borriello devia dando poca forza e Consigli la fa sua

9′ – Un pallone perfetto piomba sui piedi di Berardi, il quale, dopo aver saltato con un pallonetto Felipe, spara alto sopra la traversa, sprecando l’occasione del 2-0

5′ – Ottimo cross in mezzo di Berardi, intercettato da Gomis

1′ – Gol Sassuolo!!! Neanche il tempo di iniziare ed è subito vantaggio Sassuolo. Errore di Vicari che perde una bruttissima palla a ridosso del centrocampo, Politano ne approfitta e si invola verso la porta di Gomis; nonostante il rallentamento provocato dallo stesso portiere, il centravanti riesce a scartare l’ex Torino e insacca senza troppi problemi

1′ – Fabbri fischia l’inizio del match

Le squadre sono scese in campo in questo momento. Dopo l’inno ufficiale della Serie A, Spal e Sassuolo si dispongono in campo, pronte a dare il via al loro primo derby nella massima categoria.

Spal-Sassuolo: formazioni ufficiali

Sono state pubblicate le formazioni ufficiali delle due squadre. Rispetto alle previsioni, Semplici ha optato per un cambio in difesa, dando spazio a Vaisanen al posto di Oikonomou, mentre a centrocampo ha preferito l’usato sicuro Mora, al posto di Rizzo. Molti cambi, invece, per il Sassuolo di Bucchi, uno per reparto: partendo dalla difesa, il tecnico ha preferito l’esperto Gazzola a Lirola sulla fascia, a centrocampo, Missiroli ha vinto il ballottaggio con Sensi mentre in attacco la punta centrale del tridente non sarà Matri ma Falcinelli:

SPAL (3-5-2): Gomis; Vaisanen, Vicari, Felipe; Lazzari, Schiattarella, Viviani, Mora, Costa; Antenucci, Borriello. Allenatore: Leonardo Semplici

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Berardi, Falcinelli, Politano. Allenatore: Cristian Bucchi

Spal-Sassuolo: probabili formazioni e pre-partita

Entrambe, virtualmente, in Serie B ˗ rispettivamente terzultima e penultimo, a 5 punti ˗, Spal e Sassuolo si giocano 3 punti decisamente importanti in materia salvezza. La squadra di casa, reduce dal derby contro il Bologna, dove è uscito sconfitto, dopo un inizio brillante, è entrato in una spirale negativa. Semplici dovrebbe recuperare, rispetto alla scorsa settimana, il bomber Marco Borriello, destinato ad affiancare Antenucci, con Paloschi che torna ad accomodarsi in panchina, dopo la partita non indimenticabile di domenica; nuovo ballottaggio in difesa, dove Salamon e Oikonomou si giocano un posto. Il Sassuolo, invece, si presenta al “Mazza”, reduce dal deludente pareggio col Chievo Verona e due brutte sconfitte con Lazio e Bologna. Bucchi è riuscito a recuperare quasi l’intero organico: in difesa, spazio ancora all’esperta coppia Acerbi˗Cannavaro; a centrocampo, ballottaggio tra Sensi e Missiroli, con il primo favorito mentre in attacco, Matri sembra in vantaggio su Falcinelli.

SPAL (3-5-2): Gomis; Oikonomou, Vicari, Felipe; Lazzari, Schiattarella, Viviani, Rizzo, Costa; Antenucci, Borriello. A disposizione: Marchegiani, Poluzzi, Salamon, Vaisanen, Cremonesi, Mattiello, Vitale, Schiavon, Mora, Bonazzoli, Floccari, Paloschi. Allenatore: Leonardo Semplici

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Sensi, Magnanelli, Duncan; Berardi, Matri, Politano. A disposizione: Pegolo, Marson, Gazzola, Mazzitelli, Rogerio, Missiroli, Biondini, Cassata, Scamacca, Ragusa. Allenatore: Cristian Bucchi

Leonardo Semplici, in conferenza stampa, si mostra decisamente convinto delle potenzialità della sua squadra: «Per vincere contro il Sassuolo, servirà la gara perfetta; fin qui abbiamo creato molto, dando filo da torcere a molte squadre, senza riuscire però a ottenere i risultati sperati. Purtroppo facciamo fatica a fare gol, ma gli avversari non ci hanno mai sovrastato. I ragazzi hanno sempre fatto bene, quindi so che la squadra c’è e mi segue». Bucchi, dal canto suo, sa che la sua squadra sta attraversando un periodo molto negativo, ma non si perde d’animo: «La classifica non è delle migliori, certo ma star qui a recriminare su quello che è stato non ha senso. Sento sempre dire che ci si aspetta di più da Berardi, Politano, Falcinelli, Matri, ci aspettiamo di più perché sono giocatori importanti, ma è la squadra che li può mettere in condizione di esprimersi come sanno, perché loro ci stanno mettendo tutto l’impegno e la volontà». E sulla Spal: «Affronteremo una squadra molto tosta, perché sa chiudersi molto bene e sa ripartire. Saranno aggressivi perché hanno bisogno di punti, giocano in casa, hanno un buon fraseggio e hanno grandi geometrie con Viviani che è bravissimo sui calci piazzati».

Spal-Sassuolo: i precedenti del match

Il nuovo derby emiliano, che metterà a confronto la neopromossa Spal e il l’ormai esperto Sassuolo, sarà una sfida totalmente inedita per la Serie A: mai, infatti, le due squadre si sono incontrate nella massima categoria. Per risalire all’ultimo confronto, bisogna andare indietro di più di un decennio, alla stagione 2005/2006, in serie C2: in quell’occasione, il Sassuolo, in trasferta, uscì dal “Mazza” con un punto, grazie alla rete di Fragiello, che rimedia a quella di Simoni; proprio alla fine di quella stagione, i neroverdi salirono di categoria, approdando in C1. Oltre a questo match, le due emiliani, tra il 1993 e il 2005, si incrociarono altre tre volte: in Coppa Italia, in C1 e ancora in C2.

Spal-Sassuolo: l’arbitro del match

Sarà Michael Fabbri della sezione di Ravenna a dirigere, allo stadio “Paolo Mazza” di Ferrara, il derby, in programma oggi alle 15, tra Spal e Sassuolo. L’arbitro originario di Faenza ha diretto la squadra di Squinzi per ben sei volte, non portando loro particolare fortuna, dal momento che il bilancio parla di 1 vittoria, 3 pareggi e 1 sconfitta. Il fischietto romagnolo sarà coadiuvato dagli assistenti Damiano Di Iorio e Andrea Crispo. Il quarto uomo sarà Marco Piccinini di Forlì mentre alla postazione VAR siederà Paolo Valeri, coadiuvato da Daniele Minelli come AVAR.

Spal-Sassuolo Streaming: dove vederla in tv

La partita andrà in onda a partire dalle ore 15 in diretta sulle frequenze di Sky Calcio 5. Non solo, perché Spal-Sassuolo sarà trasmessa in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOsAndroid e Windows Mobile tramite app Sky Go.