Spalletti vince ma non si accontenta: «Possiamo migliorare. Su Candreva e Perisic..»

spalletti inter
© foto www.imagephotoagency.it

Luciano Spalletti parla al termine dell’amichevole vinta contro il Chelsea: «Candreva resta con noi»

L’Inter batte 2-1 in amichevole il Chelsea di Antonio Conte grazie ai gol di Jovetic e Perisic. Il tecnico dei nerazzurri Luciano Spalletti ha commentato così il match: «Abbiamo fatto molto bene per un’ora di gioco, poi non siamo più riusciti a gestire la palla a causa del pressing del Chelsea e quindi è diventato difficile trovare delle traiettorie di uscita. I ragazzi sono stati sulla difensiva per merito del Chelsea e sono stati anche molto organizzati, anche se potevamo evitare di perdere qualche palla. Cosa c’è da migliorare? Va migliorato il fatto che in alcuni momento della partita si abbassa il livello senza avere una via di mezzo. Fino al 60′ abbiamo fatto bene, poi abbiamo iniziato a sbagliare tantissimi palloni che sono troppo facile da gestire per dei calciatori come quelli che abbiamo noi. Di questo dobbiamo parlarne. Io faccio il meglio di quello che è il mio lavoro, poi posso calare un po’ ma non divento totalmente nullo. Lo stesso devono fare anche i miei calciatori, ci vuole equilibrio e non questi cali così netti ed improvvisi. Jovetic ha una leggera infiammazione ma, nonostante questo, ha giocato molto bene e ha dato una grande mano alla squadra in fase offensiva».

Come già successo ieri nel pre partita, Spalletti attraverso le sue parole concede anche spunti di mercato: «Candreva è un calciatore sul quale puntiamo moltissimo e in quel ruolo non abbiamo sostituti, vogliamo tenerlo con noi. Poi il mercato è sempre difficile da immaginare. Mi ha soddisfatto la serietà che i calciatori hanno avuto fino ad ora e la professionalità che hanno. Perisic? E’ un giocatore dell’Inter, ma la cosa più importante è la squadra, non il singolo».